Commento breve di una scarsa tifosa ai mondiali 2018

E niente, finiscono così, con la gioia francese e le lacrime croate, con Putin sulla poltrona dello stadio e tutto il mondo sui divani di casa, a tifare l’una o l’altra squadra, a gridare o disperarsi, a sventolare bandiere dai colori più disparati, a provare simpatia per l’Islanda o l’Uruguay, per il Belgio o per…