Breve favola triste e morale

Un giorno un vicino di casa scemo, affacciandosi al balcone, vide un gatto addormentato. Con un gesto secco gli lanciò contro un pomodoro, e il gatto scappó. Morale della favola: l’età anagrafica non coincide mai con l’età cerebrale. [Tratto da una storia vera]

Come ti sfascio la stampante

Il mio rapporto con le fotocopiatrici è sempre stato pessimo, con le stampanti ancora peggio, con una macchina che fa entrambe le cose non può che deflaglare. Tralasciando quel continuo accendersi come una mummia che resuscita, nel mezzo della notte, con un gracidare assordante che mi fa capovolgere nel letto, tralasciando il messaggio lampeggiante “INCHIOSTRO…

Bella, France’!

A Bologna arriva il papa. E la Mille miglia. Il ’69 ha avuto l’autunno caldo, noi di caldo abbiamo il weekend. E i genitali. In comune l’amministrazione ha fatto un balzo sulla sedia, portandosi dietro la sedia e sfondando il controsoffitto. Urgente! Bisogna intervenire! Provvedimento n°1: esercito attorno alla papamobile, alla folle velocità dei sette…

Un ultimo diciottesimo

L’ho vissuto da diciottenne anch’io, e questo è un pro-contro, o contro-pro, dell’essere nati a novembre, sotto le piogge autunnali. Ambientazione? Mio padre ha condotto l’auto in una stradina grande quanto un marciapiede, nel pieno della campagna e della discarica naturale di plastica, ha proseguito imperterrito fino ad una piscina verde stagnante, e mi ha…

Fototessere

Il lato peggiore del prendere la patente, o rifare la carta d’identità, é una sola cosa: le fototessere. Quadratini malefici, resistenti all’acido, ai secoli di storia che scorrono, alla polvere, allo strappo, quadratini eterni che rimarranno tali anche quando i nostri pronipoti saranno morti. Che cosa rappresentano? Noi. Noi nel momento peggiore, esattamente nell’istante sbagliato,…

Guardaroba passpatout Tag

Nuovo Tag! Nuovo giochino da interpretare a modo mio! Sono stata nominata da lex89, che ringrazio di cuore per aver pensato a me, e già che ci sono un grazie anche a  Messy streets per aver ideato questo Tag sul finir di stagione. Le regole semplicissime sono precisamente:  Citare il blog che ha creato il Tag…

Bicicletta, maledetta bicicletta

Bicicletta. Potrei dire, questa sconosciuta. Ma non renderebbe l’idea. Bicicletta, questo arnese malefico e complottista. Già meglio. Bicicletta, questo diavolo infernale. Decisamente molto meglio. Non ricordo la mia prima bicicletta, ricordo solo il rumore di ferraglia che le rotelline di supporto facevano sull’asfalto, una specie di trapano miagolante che sterzando a destra squittiva TRITRITRITRITRITRI, sterzando…

C’è qualcuno?

Quando vorresti uscire ma la tua migliore amica è in vacanza Quando vorresti contattare Chiunque Altro, ma Chiunque Altro non legge nemmeno il messaggio Quando trovi quello o quella che risponde, ma risponde per dirti che è impegnato o impegnata tutta la settimana a tutte le ore Quando anche il gruppo su whatsapp della classe…

Lucifero

È estate: caldo. Caldo caldo caldo. Caldo caldo caldo caldo caldo caldo. Caldo elevato a potenza. Di più. Un caldo senza precedenti. Quel caldo che se metti la mano fuori dalla finestra ti ustioni. Quel caldo da sbalzo termico ogni volta che si cambia stanza in casa: condizionatore sì, condizionatore no. Io nel dubbio li…

Storia d’amore 

Discoteca: biosfera assassina dall’odore naturale di Vodka, che si agita a ripetizione sulla base di un martello pneumatico. Soggetti partecipanti: tanti, di cui due protagonisti, la qui sottoscritta e un’altra fanciulla. Si da il caso che la fanciulla in fiore sia alta un metro e un tappo, con un posteriore a boa e una lordosi…

Estemporaneo

Sul finir di vacanza, nell’aeroporto affollato, mi affianco al suo orecchio e le rivolgo la parola, come mai avevo fatto prima d’ora: posso dirti una cosa? Prima che ci salutiamo? Sai, sei stata una merda. Una delle più grandi merde che io abbia mai conosciuto. Sono venuta in vacanza con te. Ne ho avuto la…

Lo specchio 

“Questo specchio ingrassa?”. Vi assicuro che non ho mai la minima idea di che cosa rispondere. Perché innanzitutto sono paranoie che capisco perfettamente, sono donna, e come tale la mia vita si divide in due fasi: il trucco e lo specchio. Ma vi giuro che non riesco mai a capire se uno specchio ingrassi oppure…