Un improvvisato racconto estivo – Capitolo quarto

La sera a cena Alice e i suoi genitori si accomodarono a un tavolo al centro della sala, e lei adorava poter vedere tutto, i piatti degli altri turisti, la cucina, le cameriere che andavano e venivano, chi arrivava in ritardo e chi si alzava per primo. Si sentiva come un gufo in cima ad…

Un improvvisato racconto estivo – Capitolo terzo

Nel pomeriggio Alice scese in spiaggia verso le tre, quando già suo padre sonnecchiava sotto il sole inspiegabilmente senza bruciarsi, e la spiaggia era semi deserta. Era il momento giusto per fare le parole crociate, quelle che non riusciva mai a finire perché le mancava sempre una parola, e allora si arrendeva e faceva il…

Un improvvisato racconto estivo – Capitolo secondo

“Dai, andiamo a fare colazione!”. Suo padre aveva l’ossessione di arrivare in spiaggia per primo, quando ancora il bagnino doveva aprire gli ombrelloni, quando c’era ancora silenzio, quando la sabbia incontaminata conservava le pieghe formate dal vento. E piaceva anche ad Alice, perché somigliava molto alla spiaggia d’inverno. Si tolse la canottiera e i pantaloncini…

Un improvvisato racconto estivo – Capitolo Primo

La stavano trascinando con la forza degli sguardi, così come nei giorni precedenti era stata costretta a riempire le valige con i suoi costumi da bagno e le creme solari nascoste nei più remoti angoli del bagno. Non ci voleva andare, non lì, in quel posto, in quell’albergo, con i suoi genitori. La aspettavano chiusi…