Poesia della follia

“E quando ti diranno Tu sei pazzo!, rispondi Sì!, e ricorda: non sarai mai troppo folle. Folle è smettere di osare. Folle è smettere di credere. Folle è smettere di sperare” (Anton Vanligt) Folle voglio nascere Con la forza di un leone Di scrivere l’universo  Folle voglio crescere  Con lo sguardo di un bambino  E…

A spirale

A spirale s’avvolge Un pensiero lontano M’insegue, ferisce Incastro perfetto Nel codice umano Il tormento bruciante La scheggia di legno Un taglietto sottile A spirale s’avvolge Tra i piedi affannati Dei balzi d’amore

L’amore

È inutile che cerchi l’amore con gli occhi Non è un minerale tra i sassi Una piastrella di colore diverso L’amore non appare fosforescente Non è un semaforo, un faro È inutile che lo cerchi con le mani a tentoni Non è uno spigolo contro cui inciampare Una parete da accarezzare Cercandone un buco da…

Poesiola patriottica

Lo sguardo fiero Il corpo è paura E forza insieme Con le braccia segnate Dal tempo e dal futuro Guarda il cielo turchino Senza vani messaggi Ecco l’alzabandiera Che ricordi una storia Di vittorie e sconfitte Di paura e di forza Che in anime uguali Ne fanno diverse Tutte quante Mentre vola bandiera Bandiera nazionale…

Volessi

Sono come zucchero al vento Sono il gambo molle di un fiore Sono la nube velata sotto il sole Sono fragile come un chicco di grano Metamorfosi astrali Sono un corpo imperfetto Sono una mente spesso instabile Sono un cuore che batte e poi si ferma Sono un’anima combattuta Tra il dire e il non…

Guardandoci negli occhi 

E ti guardo negli occhi E tu guardi nei miei Senza capirsi Senza una stretta di mano Come due rocce affini Che s’incastrano assieme Scivoli nei miei occhi Li cerchi con parole Sono io a risponderti Come aspettassi te Sempre, ogni giorno Ti guardo negli occhi E ricordo ben poco Un oceano intravisto Una vita…

Margherite, ricordo…

Guardavo un prato Un parto di margherite Future collane intrecciate Una tela acquerello; Guardavo il prato Dall’altalena latente Nascer boccioli Di petali bianchi; Chiusi gl’occhi Primavera inoltrata E la nonna per mano A coglier le margherite; Ricordo, m’insegnava “I piscialetto son quelli gialli Ma tu prendi le margherite” Tutto il prato era mio; Era nostro;…

Del male e del bene

Perché sentirsi soli e vuoti Vecchi stracci buttati sul comodino Tra i gesti inerti di una mano bianca? A che scopo guaire  Come cani ammazzati di botte Quando tramonta il sole? Siamo tutti un po’ trascurati Nell’angolo di un universo circolare Siamo tutti un po’ ai margini Come pagine ingiallite dal tempo Mangiate dai topi…

Guerrieri

Spiegami perché Perché ferirsi, negandosi Perché aspettare che diluvi Per nascondersi Guardati allo specchio, Uomo Chiediti chi sei Ufficiale mai promosso Un soldato di te stesso Giri per la strada con la spada E ne ferisci più di quanti tu  Non possa mai creare Un Dio celeste mascherato Come se fosse carnevale Un incubo, dipinto…

Siciliana

Incontro fortuito, di una sera come prima volta Stretta di mano e sorriso: ciò che so fare Somiglia ad una stella brillante appena nata Protagonista ai margini dell’universo Somiglia ad un vento di primavera Tra le caduche foglie marce e qualche bocciolo Somiglia ad un’orchestra, dissonanze gridanti senza nido Che trasmigrano i miei pensieri nel…