Lettera al padre

E’ un Kafka intimo, diretto, quasi colloquiale, nonostante il tono freddo e ricercato. Una lettera di quarantacinque pagine manoscritte, in cui lo scrittore trentaseienne si rivolge al padre per spiegargli l’origine della paura nei suoi confronti. Dall’infanzia difficile all’educazione dura, dalle minacce alle grida, dalle regole che vede imposte solo a sé stesso alla madre…

Il vecchio e il mare

Il vecchio e il mare. Giaceva nella mia libreria da tempo. Mio padre fu il primo a parlarmene, lui che non è un lettore e nella sua vita ha letto molto poco. Ricordo che lo descrisse come un mattone indigeribile, ed io mi immaginai un librone di molte pagine pieno di inutili dettagli e indugi….

Furore, Steinbeck

Non conosciamo la miseria, la disperazione, la sensazione di non avere più niente, non sappiamo che cosa voglia dire scappare, lasciare tutto alle proprie spalle, caricare su di un camion i materassi e le stoviglie, seguendo un sogno sfumato. Sono gli anni della Grande Depressione, là in America. E la famiglia Joad é soltanto una,…

Gita al faro

«Sì, di certo, se domani farà bel tempo,» disse la signora Ramsay. “Ma bisognerà che ti levi al canto del gallo,” soggiunse. Queste parole procurarono al suo bambino una gioia immensa, come se la gita dovesse effettuarsi senz’altro, come se il prodigio che a lui sembrava d’aver atteso per anni e anni, fosse ormai, alla distanza…

Mille splendidi soli

E’ un luogo comune, quello dei libri da leggere almeno una volta nella vita. E’ uno stereotipo, quello dei libri che ti emozionano come se fossi tu stessa un personaggio. E’ un’immagine iconica, quella delle lacrime che bagnano le pagine. Khaled Hosseini ha dato vita a tutto questo. Mi sbilancio, con il rischio di ricredermi…

Storia di una ladra di libri

Nella mia religione ci viene insegnato che ogni cosa vivente, ogni foglia, ogni uccello, è viva solo perché contiene la parola segreta della vita. Questa è l’unica differenza tra noi e un pugno di creta… una parola. Le parole sono vita. Solitamente non piango mai davanti ad un libro. Mai. Ma sulle ultime pagine di…

Il piccolo principe

*POTREBBE CONTENERE ANTICIPAZIONI E SPOILER* Mi è stato regalato questo libretto di un centinaio di pagine con le figure circa otto, dieci anni fa. L’ho messo nella libreria, credendo di essere ormai troppo grande per leggere un libro che sembrava una fiaba. E invece a vent’anni mi sono immersa in una lettura meravigliosa, terminata in…

Amy, sua figlia

Amy, dopo aver chiuso l’ultima pagina del libro sulla tua vita, mi sembra quasi di conoscerti davvero. Lo ha scritto tuo padre, lo sapevi? Lui ti amava, mi sembra impossibile pensare il contrario. Ha scritto un libro su di te, con le sue semplici parole di tassista, nonostante il documentario di Asif Kapadia lo abbia…

Fontamara e la guerra dei Cafoni

“A chi guarda Fontamara da lontano, dal Feudo del Fucino, l’abitato sembra un gregge di pecore scure e il campanile un pastore. Un villaggio insomma come tanti altri; ma per chi vi nasce e cresce, il cosmo. L’intera storia universale vi si svolge: nascite morti amori odii invidie lotte disperazioni.” Un romanzo per chi vuole…

Moby Dick

Attenzione: il post contiene informazioni sul finale, che mi erano necessarie.  Moby Dick. La terribile Balena Bianca. 134 capitoli, 545 pagine di romanzo. E il mostro compare dopo 516 facciate di ansia, descrizioni, spiegazioni, resoconti, incontri, scontri, un’immersione nel mondo della baleneria che non si vede più. Mentirei se dicessi di averlo letto volentieri. Fu…