Poesia di questi giorni

Guardo un mondo che soffre

Sotto i colpi d’alcune formiche

Piovono lacrime come uragani

E sangue di polvere da sparo

Donne in protesta sulla strada

E inghiottite dalle prigioni

Sirene che cantano nel cielo

A uccelli in metallo e proiettili d’oro

È il concerto di una guerra ingiusta

Di una terra presa in ostaggio

E un bambino che non ride più

Abbiamo vissuto due guerre mondiali, i nostri genitori e nonni le hanno ancora negli occhi, eppure dopo un secolo siamo ancora qui, a parlare di bombe e carri armati come se fossero giocattoli.

E a quel bambino cosa si può dire?

4 pensieri su “Poesia di questi giorni

  1. purtroppo è un brutto periodo per l’umanità quello in cui viviamo, e gli scenari mondiali non appaiono per niente rassicuranti, possiamo solo sperare in meglio. 🙄 un caro abbraccio, buona serata…🤗😊👍

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.