Sogno di ieri

Ho chiuso gli occhi

Ero in penombra

In un’aula strana

E c’eri tu

Mi sedevo accanto

Nella fila vuota

Col coraggio dei sogni

La faccia dei burattini

Scorrevamo a destra

Sui sedili in legno

Non so perché

Ma t’inseguivo

Co’ le borse appresso

E un incrocio di sguardi

In quella stanza surreale

Parlavamo

In sussurri velati

Della lezione o del mio libro

Rovinato dal tempo

E due risate

Poi silenzio

In un’aula spenta

Le braccia si sfiorano

I corpi si cercano

Gli sguardi fuggono

Ed è notte insieme

Nel calore di un sogno

L’illusione di amarti

E avertelo detto

Perchè lì è più facile

Ma nella realtà ho sempre scelto

di sedermi in un’altra fila.

Apro gli occhi

E sul muro bianco

Il riflesso della mia illusione:

Noi due strette in un mezzo abbraccio

e le teste vicine.

5 pensieri su “Sogno di ieri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.