Tra le sue braccia

Non chiedetemi di essere forte, di celare il pianto, di continuare a sorridere. Non chiedetemi di avere fiducia. Non chiedetemi di mentire.

Perchè a volte vorrei solo mollare tutto, resettare i miei ventidue anni e ricominciare da zero, vorrei tornare bambina, passare le ore tra i giocattoli e non davanti a un computer, fare amicizia in un giorno e sentirmi felice così. Vorrei sognare in grande e non aver paura di fare progetti per domani.

Tra le braccia di mio padre ritrovo la vita, il calore degli abbracci lontani, e le sue scuse per quel mondo che ci è stato lasciato.

Non ditemi che dovrei essere felice, che sono fortunata, che c’è chi sta peggio di me. Non ditemi che sono egoista. Non ditemi che sono ingrata.

Perchè ho tutta la vita davanti, ma non è vero che sarà più facile, lascio indietro anni bellissimi che ho vissuto a metà, lascio indietro occasioni che non torneranno mai più, lascio indietro tutto, e dovrò ricominciare. Quindi no, non sarà più facile, sarà difficile uguale.

Ma tra le braccia di mio padre io ritrovo l’amore, il coraggio che mi manca, e il sorriso che è andato via.

2 pensieri su “Tra le sue braccia

Rispondi a alemarcotti Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.