Strana Vigilia

Oggi è la Vigilia di Natale, un giorno tanto discusso e tanto sognato, un giorno blindato e di chiusure, ma cosa possiamo fare? Viverlo così com’è. Non ci sono alternative, non ci sono rifugi, non si può scappare o svegliarsi direttamente a gennaio.

Quindi spegnete i televisori, chiudete i giornali, tirate le tende se il mondo esterno vi fa soffrire, apparecchiate la tavola, aprite la porta alla famiglia, e a quegli affetti che non potrete incontrare fate una telefonata, a chi non potrete abbracciare promettete che lo farete presto, appena si potrà.

Non proibitevi di essere un po’ felici, cercate in tasca tutta la ricchezza che avete, quella che non ha prezzo, quella che non se n’è mai andata, tiratela fuori e sentitevi fortunati, perché in tanti non possono averla.

Sarà per tutti un Natale diverso, un Natale a distanza, un Natale ferito ancora prima di viverlo. Ma possiamo ancora salvarlo, possiamo trovare la chiave per riaprire i nostri cuori, chiusi da troppi mesi nelle paure del futuro.

Per oggi basta paura. Abbiamo la possibilità di ritrovarci, di mettere ordine nella nostra vita, di passare un giorno in famiglia guardandoci negli occhi, e credetemi se vi dico che quello sguardo, quell’amore, quelle parole a distanza, oggi vale più di qualunque abbraccio proibito.

Auguri a tutti per questa Vigilia di Natale ❤

9 pensieri su “Strana Vigilia

Rispondi a Ehipenny Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.