Ladre stagioni

L’aria fresca dell’estate

A sconvolgere i pensieri

Già confusi, un po’ intrecciati

E sulla carta poche righe

Mentre il vento le consuma

Inchiostro secco

Di una penna che non scrive

Gli anni passano così

E l’aria fredda dell’inverno

Che ingiallisce sulla carta

Oggi odora di ricordi

Mai veduti, mai vissuti

E sentimenti ormai perduti

Nell’estate scaltra volpe

Prigioniera di parole

L’aria fresca mano armata

Dei miei versi e di poesie

7 pensieri su “Ladre stagioni

  1. cito: “sentimenti ormai perduti” mi ha sorpresa molto… mai pensato ai sentimenti perduti con il trascorrere del tempo, però è vero, alcuni si perdono per sempre…
    complimenti e buona serata ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.