Viaggio a Ischia attraverso immagini – Parte sette

View this post on Instagram

– La città vecchia resiste, si fa forza con i suoi brandelli di mura, e ogni anno i turisti vengono a fotografarla, forse senza sapere nemmeno la sua storia. Ma come può raccontarla? Trasuda dalle pietre. Una storia di battaglie e di tempo passato, di una civiltà che si è dimenticata di lei, di un abbandono che non riesce a sopraffarla, perché in fondo è ancora bella, bellissima. Giace fiera e silenziosa, ma un respiro percorre ancora i suoi vicoli polverosi, i raggi del sole brillano ancora contro le pareti. Non è una città defunta, ma uno splendido e vivo ricordo della storia. Ecco cosa fotografano i turisti. La sua sincera testimonianza. #writing #scrittura #blog #quotes #post #scritturacreativa #citazioni #pensieri #photography #photographer #photo #nature #fotografia #foto #canon #ischia #cittavecchia

A post shared by Penny (@_ilmondodelleparole_blog) on

View this post on Instagram

– Quando qualcosa ci viene tolto, inevitabilmente ci manca. Che sia una persona, un'abitudine, o un ricordo che sbiadisce negli anni, senza che una cornice lo possa conservare. E i panorami? Le bellezze di questa terra che non abbiamo più vissuto? Mancano, e i nostri occhi non vedono che asfalto, costruzioni, palazzi di mattoni, tutto sospeso in un silenzio sacro, in attesa. Ci manca la confusione di prima, ci sembra di vivere a metà, e di perdere tempo prezioso che nessuno potrà ridarci indietro. Ma torneremo a desiderare una fuga, esasperati dal traffico, dal rumore assordante, dalla fretta della vita quotidiana, e penseremo di nuovo a quei luoghi lontani, che oggi riposano in pace e fioriscono a primavera. È che nessuno parla di viaggi. Non sono una priorità. Ma forse non ce ne rendiamo conto, eppure quei viaggi sono tra i momenti di libertà più belli e più preziosi. #writing #scrittura #blog #quotes #post #scritturacreativa #citazioni #pensieri #photography #photographer #photo #nature #fotografia #foto #canon #ischia #viaggi

A post shared by Penny (@_ilmondodelleparole_blog) on

View this post on Instagram

– Tutti abbiamo delle spine, che se tu sfiori con un dito ti fanno il solletico, ma che se insisti a stuzzicare finiscono per farti male. Spine nascoste dietro un sorriso, un "va tutto bene" buttato lì per pigrizia, o perché siamo troppo riservati per parlare di sentimenti. Da fuori sembrano innocue, forse perché abbiamo pazienza e sopportazione, o forse perché riusciamo a mascherare anche quelle, insieme a noi. Ma nell'insieme siamo un po' come i cactus. Belli, forti e sulla difensiva. Con un cuore morbido ma un guscio irto e insidioso da attraversare. #writing #scrittura #blog #quotes #post #scritturacreativa #citazioni #pensieri #photography #photographer #photo #nature #fotografia #foto #canon #ischia #cactus

A post shared by Penny (@_ilmondodelleparole_blog) on

View this post on Instagram

– Da piccoli si giocava nei parchi, si saliva sulle colline, e poi si rotolava giù, sdraiati a terra, con l'odore dell'erba appena tagliata e una sensazione di tenerezza, come se fosse un grande materasso. Erano i nostri "rotoloni". Ci si divertiva così, senza arrivare da nessuna parte, e alla fine ci si rialzava e si tornava in cima alla collina, per ore. Non cambiava mai la superficie, al massimo qualche fiore veniva reciso, e i segni delle nostre piccole scarpe a fine giornata giacevano lì, come solchi di un animale. Non ho più fatto i rotoloni da allora, ma quando vedo una discesa mi tornano in mente quei ricordi, quando tutto era più semplice e bastava un pezzo di terra per essere felici. #writing #scrittura #blog #quotes #post #scritturacreativa #citazioni #pensieri #photography #photographer #photo #nature #fotografia #foto #canon #ischia

A post shared by Penny (@_ilmondodelleparole_blog) on

View this post on Instagram

– Abbiamo imparato tutti a guardare dalla finestra il mondo, senza poterlo toccare. E ci manca, perchè il vetro diventa sempre più spesso, i rumori sempre più lontani, i colori sempre più sbiaditi, ma è soltanto il nostro sguardo più spento, o distratto dai ricordi di un paio di mesi fa. Ma dobbiamo tenere gli occhi aperti, incanalare quella voglia di vivere e quella speranza dalla finestra, perché in qualche modo i sentimenti s'incontrino, loro che possono, e aiutino il mondo a ricominciare. Noi, dietro ad una finestra, e tanti eroi senza maschere e senza un nome, che là fuori combattono per difendere i nostri portoni. #writing #scrittura #blog #quotes #post #scritturacreativa #citazioni #pensieri #photography #photographer #photo #nature #fotografia #foto #canon #ischia #dallafinestra

A post shared by Penny (@_ilmondodelleparole_blog) on

View this post on Instagram

– " 'Cause I'm on top of the world, I'm on top of the world, Waiting on this for a while now Paying my dues to the dirt I've been waiting to smile, Been holding it in for a while, Take it with me if I can Been dreaming of this since a child" Perché sono in cima al mondo, Sono in cima al mondo, Aspetto questo da un po 'di tempo Pagando le mie quote ai tempi bui Ho aspettato di sorridere, Lo sto trattenendo da un po ', Lo porto con me se posso Lo sto sognando da quando ero bambino (Imagine dragons – On the top of the world) #writing #scrittura #blog #quotes #post #scritturacreativa #citazioni #pensieri #photography #photographer #photo #nature #fotografia #foto #canon #ischia #imaginedragons

A post shared by Penny (@_ilmondodelleparole_blog) on

View this post on Instagram

– Siediti con me, non ci vediamo ormai da tre anni. A volte, se ci penso, mi sembra ieri. Ricordo che l'ultima volta ci siamo incontrate per caso, fuori dallo stesso bar, ad aspettare persone diverse, e ci siamo salutate senza promesse, come se entrambe sapessimo che quello era un addio. Hai smesso di mancarmi tanto tempo fa. Alla fine aveva ragione quel mio cervello, che mi diceva che non ci sarei mai riuscita, e così è stato, un enorme infinito silenzio che ho nascosto tra le costole, e chissà se un giorno qualcuno riuscirà a farmelo raccontare. Se potessi farti sedere a quel tavolino con me… Non ti direi niente comunque. Ma almeno rivivrei quei momenti passati insieme, che per te forse non valevano niente, ma per me erano il senso di una giornata intera. Probabilmente riuscirei a capire, o mi dimenticherei di provarci, perché tu saresti lì, ad un passo da me, ed io non penserei ad altro che a tutte le cose non dette. Di quando vederti rendeva tutto diverso, e allora il mio sguardo ti cercava, anche in mezzo alla folla, o quando avrei dovuto guardare altrove. Momenti vuoti, momenti non vissuti, tempo perduto ad osservare, perché ero brava soltanto in quello. Tutto questo è rimasto un racconto per un tavolino vuoto. Non era giusto, mi dicevo. Non era fattibile. Quante volte ho riflettuto, ho provato a non credermi, a fissare il muro anziché te. Ci sono riuscita quando è rimasto soltanto il muro, ed oggi quel tavolino ha due sedie, una per me, e l'altra vuota per sempre. Non si può avere tutto, non si possono unire due calamite dallo stesso polo, ma il silenzio rimarrà lì, come il peso di un'occasione mancata, una risposta mai ricevuta. Una domanda mai fatta. #writing #scrittura #blog #quotes #post #scritturacreativa #citazioni #pensieri #photography #photographer #photo #nature #fotografia #foto #canon #ischia

A post shared by Penny (@_ilmondodelleparole_blog) on

View this post on Instagram

– Non ho niente da offrirti, non una casa, non una macchina, soltanto il mio braccio, il mio fianco accanto a cui camminare, un posto soltanto per te, per tutta la vita. Un sogno da vivere insieme, per buttare lo sguardo oltre il muro e vedere quello che gli altri sono e noi non saremo: voltati di spalle gli uni contro gli altri. Perché saremmo in grado di guardarci negli occhi, di proteggerci dalla pioggia, e di scappare lontano, senza perderci nemmeno per un istante. Come quando ti ho incontrata, ad occhi chiusi seduta a un tavolino, ma tu non sei mai venuta. #writing #scrittura #blog #quotes #post #scritturacreativa #citazioni #pensieri #photography #photographer #photo #nature #fotografia #foto #canon #ischia

A post shared by Penny (@_ilmondodelleparole_blog) on

View this post on Instagram

– Dall'alto mi osservava un gabbiano. Chissà a cosa pensava, se sentiva i miei passi, o se poteva vedermi in faccia mentre mi perdevo tra i miei ricordi. Chissà se l'ho disturbato. Ho alzato lo sguardo e lui era lì, immobile, a spiarmi spiarmi senza voltare la testa. E mi sono rivista in lui, quando un muretto era il mio rifugio dalla massa, quando mi nascondevo dagli altri per poterli guardare, ero così. Come quel gabbiano. Chissà se anche lui si è rivisto in me. Se in quel nanosecondo in cui i suoi occhi gialli si sono incrociati con i miei, entrambi abbiamo abbiamo avuto la sensazione di guardarci in uno specchio: lo specchio del vissuto. #writing #scrittura #blog #quotes #post #scritturacreativa #citazioni #pensieri #photography #photographer #photo #nature #fotografia #foto #canon #ischia #gabbiano

A post shared by Penny (@_ilmondodelleparole_blog) on

3 pensieri su “Viaggio a Ischia attraverso immagini – Parte sette

  1. Tra non molto guarderò le tue foto, ma intanto ci tengo a ringraziarti per avermi fornito, con la tua foto dell’inferriata con i lucchetti, l’ispirazione per un articolo, che puoi leggere tranquillamente sul mio blog. E, se vuoi, puoi partecipare alla sfida che ho lanciato! 😉 Buon pomeriggio! 😉

      • Ciao Penny! 🙂 Non devi preoccuparti per il ritardo, è comunque aperta la sfida, non scade, quindi puoi partecipare quando vuoi! Mi fa piacere che l’idea ti stuzzichi… Buonanotte! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.