Quello che i telegiornali non ti fanno vedere

Attenzione: il video contiene immagini violente, non è adatto ad un pubblico sensibile.

Tra tutti i video che sono stati diffusi sui social network, penso che questo sia di gran lunga il più atroce. È l’indifferenza che fa male. Un uomo anziano spinto a terra e lasciato lì, mentre il suo sangue sporca l’asfalto. Come siamo arrivati a questo? Come abbiamo fatto a riempirci di odio, a non guardare più in faccia il prossimo, a non provare più alcun rimorso?

A me tutto questo fa paura. E non per la violenza in sè, ma per quell’uomo agonizzante a terra, abbandonato come un rifiuto, da uomini in divisa che dovrebbero portare la pace. A me sembra soltanto una guerra in ascesa.

22 pensieri su “Quello che i telegiornali non ti fanno vedere

  1. Un’immagine drammatica, che fissa, con la sua tragica forza, nelle nostre coscienze quello che sta accadendo. Come le immagini dell’uccisione di Floyd. Anch’io sono molto pessimista rispetto alla situazione; di proteste, di marce, di violenze, se ne sono viste molte, ma poi, dopo un po’, la gente si dimentica, le coscienze si assopiscono o vengono distratte da altre emergenze (vere o strumentali che siano) e si torna allo stesso punto di partenza. Speriamo che questa volta ci sia davvero una svolta.

    • Penso che stavolta sarà difficile dimenticare, troppe le immagini forti, troppa la rabbia che si sta riversando in strada, e che sta oltrepassando i confini degli usa. Se cambierà qualcosa, potrà essere in meglio o in peggio.. dipenderà da tutti noi

  2. Al telegiornalle ho visto solo lo spintone e il signore anziano che è caduto, quindi non ho visto immagini truculente, però fa indignare; perché prendersela con un signore che non aveva fatto proprio nulla di male? Condivido il parere di Ilaria Bho: io non mi sento proprio rappresentato da persone che detengono il potere di difendere una città, se poi adottano metodi brutali come questo. 😦

  3. l’hanno trasmesso anche al tg3 …impressionante…che vergogna! questa violenza deriva da un montare dell’odio…segno d’una già avvenuta apocalisse morale…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.