Avisio

Il torrente, l’Avisio

Porta in grembo le fiabe

Dei nani che vi nacquero

In braccia d’onde piene

Impararono a nuotare

Tra i massi polverosi

Lenzuoli di licheni

E la schiuma zuccherina

Nelle orecchie avean quel suono

Cantilena trasognata

Del cullare acquamarina

Come pioggia in piena estate

Sciacqua il mondo in una mano

E nello scrigno dell’Avisio

V’è il sorriso del bambino

Che ai suoi lembi ha dedicato

Un pallone non firmato

Ed una valle salaticcia

Di lacrime infantili

Or cresciuto è adesso padre

Mentre il parto grida orrore

Ma il torrente dentro il petto

Gli sussurra una canzone

Delle notti a luna piena

Coccolati dalla cantilena

Dell’onda piana tra il Do e il Re:

Pieni gl’occhi di trote ormeggiate

Di spuma bianca, tronchi marci ed isole

L’Avisio è un torrente calmo

E quel bambino nascerà tra i suoi flutti

[Ricordo del 2018]

6 commenti Aggiungi il tuo

    1. Ehipenny ha detto:

      Grazie mille! 💕 come stai?

      1. fulvialuna1 ha detto:

        Bene, adattati alla “nuova” vita 😉 Tu?

      2. Ehipenny ha detto:

        Anch’io, casa più affollata ma era da tempo che non capitava 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.