Tutorial: come prendere in giro un Paese parlando di cibo

Io mi riprometto sempre di non parlare di politica. Non ho le competenze per farlo, e non è questo il luogo più adatto. Ci vuole un po’ di leggerezza, di barzellette, di risate. Eppure capita che politica e barzellette coesistano.

Tratto da una storia vera, tipicamente italiana.

Solo pochi giorni fa, a Ravenna, Matteo Salvini attaccava la Nutella: “Ha nocciole turche, meglio mangiare italiano“.

Sia mai! Le nocciole turche stanno inquinando la nostra cultura! Siamo stati traditi da un’azienda storica, che osa importare materie prime da fuori! Il sapore della Nutella è compromesso! Brutti turchi cattivi!

Preferisco pane salame e due sardine“.

Giusto, potevano mancare loro? S’è fissato co’ ste sardine, ormai ce le ha propinate fritte, al forno, in scatola, ora pure sul pane. Tra un po’ si farà fotografare su un peschereccio, col carico di sardine stecchite. Bone, le sardine!

Ma attenzione, notizia dell’ultima ora!

Incredibile, sembra che l’abbinamento del pane con le sardine non sia piaciuto… chissà, forse tocciate nel latte perdono il loro sapore…

Magari qualcuno gli ha spiegato che le nocciole nostrane non sarebbero sufficienti a sostenere la produzione? E che forse, dico forse, il vero problema della Nutella è la quantità industriale di olio di palma che ci mettono dentro? E poi, dico io, vogliamo boicottare una delle poche aziende italiane che genere fatturati da capogiro, e per cosa?, per delle nocciole? I dazi sono stati aboliti da anni, gli scambi commerciali esistono, il Medioevo è finito.

Ma sapete che vi dico?

Famose ‘na risata, va’. Quando mai ci ricapita una campagna elettorale in difesa della cucina italiana, a suon di nocciole turche e sardine impanate?

Per lo meno s’impara qualche ricetta nuova.

18 pensieri su “Tutorial: come prendere in giro un Paese parlando di cibo

  1. Io non sono simpatizzante della lega però ogni cosa che dice Salvini io la do, inizialmente e solo inizialmente, per buona fede, non per cattiveria. Magari voleva difendere le nocciole italiane, senza sapere che però (come tu hai detto) non bastano per la quantità enorme di Nutella che viene prodotta ogni giorno. Quindi è necessario per forza acquistare all’estero, anche perché un’azienda come la Ferrero non ce la vedo a fare profitti acquistando materie prime a basso costo! Prova un Kinder Bueno e la sua cessocopia presa al discount e scopri la differenza!

  2. Penso che il problema stia nell’eccessiva foga profusa nella sua campagna elettorale permanente. A furia di assumere ogni pretesto per attaccare e per rimarcare i suoi capisaldi assunti a valori, finisce anche per prendere delle cantonate pazzesche. Ma questo è sempre stato un punto debole della lega. Come quando fecero le barricate per difendere l’italianità dell’Alitalia, preferendo metterla tra le mani di una congrega di inesperti “capitani coraggiosi”, piuttosto che venderla ad Air France che, allora, ce l’avrebbe pagata con quattrini sonanti. Per sua fortuna e del suo partito, la gente ha la memoria corta e si lascia convincere da questo martellare spietato su ogni tasto.

    • Eh penso che la loro unica fortuna sia proprio la facilità con cui portare masse dalla propria parte, anche se alla lunga il rischio di crollare a picco aumenta, o comunque lo spero..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.