Chiedo asilo

Ebbene sì. Il documentario su come Chiara Ferragni sia riuscita a costruirsi un impero digitale, guadagnando milioni per una foto in maglietta, è alla pari del film di Tarantino, un regista celebre che ha ha scritto un pezzo di storia del cinema.

Ebbene sì. Il libro di Giulia De Lellis con cui distrugge la reputazione del suo ex fidanzato, elencando le donne con cui la tradiva e dettagli osceni dei loro orgasmi, è più letto del libro di Stephen King, uno dei più noti autori della letteratura horror.

Ebbene sì. Un tempo si guardavano i film di Hitchcock o di Fellini, si leggevano i romanzi di Wilde o le poesie di Ungaretti. Oggi un’influencer di moda ha prodotto un film, e un’ex tronista di Uomini e Donne, colosso della TV spazzatura dell’ultimo decennio, ha scritto un libro sgrammaticato sul tradimento.

E francamente trovo ancora più grave la seconda. Sì, perché almeno la Ferragni ha dato vita a qualcosa. Potrà non piacere, potrà essere discutibile o immorale, ma è stata una delle prime a costruirsi una carriera partendo dai social, e per arrivare dove è arrivata è stata furba, intelligente a modo suo. Chapeau. Ha una cabina armadio grande quando il mio condominio, un marito, un figlio, qualche insulto ogni tanto e l’Italia intera che le riconosce il suo lampo di genio.

Giulia De Lellis, al contrario, per me è il nulla. A partire dal fatto che è conosciuta come tronista, definizione che da sempre mi suscita ribrezzo: uomini e donne è uno di quei programmi televisivi che uccidono la dignità delle persone, riducono le relazioni ad aridi giochi di scelta, come se si stesse decidendo il vestito per la serata. Del resto Giulia ha intitolato il libro “Le corna stanno bene su tutto, ma io stavo meglio senza!”. E le corna le ha ricevute da quel caro fidanzato che ha raccattato in televisione. Si facesse due domande. In più ha dichiarato con orgoglio di non aver mai letto un libro in vita sua. Beh, un ottimo punto di partenza per scriverne uno. Certo, non serve un’intelligenza superiore per riempire pagine intere di resoconti adolescenziali sul sesso, e qualche disegno per riempire più velocemente gli spazi bianchi.

Ecco, vi regalo qualche stralcio degno di nota. Ci tengo davvero.

Non li sentite questi brividini lungo la schiena? Questo senso di orrore che vi pervade, pensando agli alberi abbattuti per stampare questo obbrobrio? Sembra una fanfiction di Cinquanta sfumature di grigio scritta da una dislessica di dodici anni. È imbarazzante. E costa ben 13 euro e 50 centesimi! E la gente lo compra!!

Sarà un lampo di genio anche il suo? Ha notato la deficienza in aumento e ha deciso di approfittarne. Del resto che il genere umano sia in declino e prossimo allo sfacelo è noto a tutti. Lei ha soltanto cavalcato l’onda del disagio, che colpe le possiamo attribuire? Le copie non se le compra da sola.

Ma non dovrei più stupirmi, non dopo aver assistito all’esaltazione di una performance canora sul palco di X factor, definita come lampo di genio e idea interessante.

Una canzone sulle carote. “Carote carote carote, le regalo a mio nipote diventano banconote, le scuote e le percuote, cellule eucariote, investo il sacerdote”. Ma che, veramente? Un lampo di genio? A me sembra un sedicenne un po’ psicotico che ha deciso di trascorrere un pomeriggio alternativo, massì andiamo a X Factor a fare un po’ il coglione, facciamoci due risate. Ha preso il fratellino, una carota dal frigorifero, ha fatto comporre al piccolo un testo ed è andato. Ad cazzum. E invece, EH! Invece ha ricevuto una standing ovation, gli elogi della giuria, il passaggo alla fase successiva, un encomio, per poco il bacio accademico e la definizione di genio incompreso che cambierà il corso della storia. Certo, perché nessuno aveva mai inserito in una canzone “Le rime con -one sono finite, quindi ARMADIO”. Il pubblico in visibilio, fuochi d’artificio, applausi a non finire, campioni del mondo campioni del mondooo!

Lascio un fiore sua tomba dinnanzi a me. È la cultura italiana. È morta. Peccato, era così giovane, aveva tutta una vita davanti… Ci ha lasciati in silenzio, non ha sofferto, oggi la piangono i suoi cari in una cerimonia per pochi intimi. Lascerà tanti ricordi nei loro cuori.

Chiedo asilo. Voglio emigrare. Accoglietemi, vi prego.

34 commenti Aggiungi il tuo

  1. Misteryously ha detto:

    Concordo Penny sono sotto choc!!!! E sarà sempre peggio

    1. Ehipenny ha detto:

      Ho paura di cosa potrà arrivare

  2. Giovanni Di Rosa ha detto:

    Mamma mia quelle pagine mi fanno sentire male, ma male male.
    Sono d’accordo sul “salvare” la Ferragni, tutto sommato.

    1. Ehipenny ha detto:

      Io mi domando se non sia un incubo…

  3. Adriano ha detto:

    Chi sono queste due?

    1. Ehipenny ha detto:

      Persone non qualificate che contribuiscono ad alimentare l’ignoranza

      1. Adriano ha detto:

        Ah beh, anche a loro un Nobel che tanto ormai lo danno a cani e porci. Pure io sto per pubblicare un piccolo libro ma di certo non ci saranno quelle porcherie scritte da questi falliti di successo.

      2. Ehipenny ha detto:

        Allora a te niente Nobel 😊

      3. Adriano ha detto:

        Meglio, non me ne faccio niente 😌

  4. Premetto che mi hai fatto ridere 😂 ma sono d’accordo con te, sul salvare la ferragni ma non la de lellis.., per carità, la seconda avrà pur cavalcato l’onda, ma già di per se parlare comunque di un uomo che, nel bene o nel male, hai amato in quei termini così…non mi pare il caso. Però ripeto, cavalca l’onda…però gente che su Instagram ha il pallino che la definisce “famosa” per aver partecipato ad un dating show, mi sembra un po’ troppo surreale. Stanno perdendo un po’ il controllo della cosa. L’ignoranza sta raggiungendo livelli stellari…🤦🏼‍♀️🤦🏼‍♀️

    1. Ehipenny ha detto:

      Era fatto apposta per ridere un po’, però la constatazione che mi viene è proprio questa 🙂

  5. Micio Alpha ha detto:

    La Pe la Pe la Pe la Pe… la Penny! Scusa… la balbuzie 😴😴😴🤔😅😅😅😅

  6. stefonwater79 ha detto:

    Non conosci e quindi non comprendi l’ermetismo moderno. Io l’ho capita. Non è per tutti. Non sarò comunque una sua fan, ci mancherebbe..mica ho tempo per ascoltare chi vuole rendere armoniose le carote ai bimbi che magari le detestano. Però , per chi la comprende – perché non è legge che chi non comprende qualcosa debba dirlo inesistente- è una genialata. Siamo nel 2019. Personalmente amo tutta la musica, mi ritengo fortunata. Amo. Però come hater hai una buona possibilità di carriera, va che va alla grande anche questo 😉

    1. Ehipenny ha detto:

      Era un post per sorridere un po’, non intendo imporre una mia idea nè tantomeno essere hater, mi dispiace sia stato interpretato in questo modo

      1. stefonwater79 ha detto:

        Ma no figurati, non dare spiegazioni, è soltanto la mia opinione. Io invece non scherzo, potresti proporti a riviste che trattano con apoplettica malvagità gli argomenti del giorno. Mi fa piacere leggerti, non è il solito hatespeech, c’è dell’altro che devo ancora comprendere. Ciao, buon fine settimana.

      2. Ehipenny ha detto:

        Oddio io non volevo sembrare così malvagia haha, credo siano semplicemente due punti di vista agli antipodi, confrontandoci difficilmente troveremmo due idee in comune… cinica un po’ lo so essere però 😅
        Buon weekend!

      3. stefonwater79 ha detto:

        Non ho cercato confronto. Ho criticato il tuo articolo esprimendo quello che penso sul cantante, e su quello che hai scritto. Non te come persona (non mi interessa). Ci ho messo dentro ironia, apoplettica malvagità (che è un attimo da ictus di cattiveria che finisce subito) e questo effetto me lo da anche il tuo articolo. E ho chiosato consigliandoti di scrivere per riviste di critica musicale. Secondo me, ripeto, potresti esplorare la critica (e imparare ad accoglierla). Insomma, voto si 😂😂 non posso sapere se nella vita siamo diverse, non ti conosco e non mi permetto di avere pregiudizio. Sei giovane e farai strada 😘

      4. Ehipenny ha detto:

        Si ma infatti mi riferivo a questo argomento non in generale, su questo la vediamo differentemente. Ti faccio sapere se finirò a lavorare per qualche rivista allora 😄

  7. gabrieleromano ha detto:

    il segreto della ferragni è la bellezza; quello di giulia de lellis è che parla di cose che hanno tabù in un paese dove i libri non sono letti!
    Saluti

    1. Ehipenny ha detto:

      Eh già, in sintesi è così 🙂

  8. Giuliana ha detto:

    Capisci bene lo sconcerto e lo sconforto di chi, come me, ha vissuto in un periodo in cui potere leggere un libro era uno svago, un piacere, un dovere, dove la grammatica italiana era la materia principale e alle elementari giocavamo a fare gare a squadre di verbi o tabelline. Oggi la scuola è pietosa, gli insegnanti spesso non sono da meno, i genitori assolutamente assenti e la televisione ed i social che impazzano con pessimi insegnamenti e trasmissioni volgari e demenziali. Cosa aspettarsi da tutto questo se non l’apologia una Ferragni o similarità?

    1. Ehipenny ha detto:

      A me preoccupa che il futuro sia in mano ad una maggioranza che ha decretato questi risultati e che potrebbe decretarne di ben peggiori…

      1. Giuliana ha detto:

        Già, poveri voi!

  9. fulvialuna1 ha detto:

    Non mi stupisco più di nulla, ignoro, fortemente ignoro-.

  10. Dani ha detto:

    Concordo pienamente 🙄

  11. Kikkakonekka ha detto:

    E’ un problema culturale.
    Molti giovani (e meno giovani!) trovano più facile rifugio in passatemi e letture superficiali, che alla “ricerca” di qualcosa (di cultura, di informazioni, di se stessi).
    Sono lieto di non fare parte di quel mondo, lo lascio volentieri ad altri.

    1. Ehipenny ha detto:

      Ah sono lieta anch’io di questo 😄

  12. Paola Bortolani ha detto:

    Capisci una come me, che sono anziana, che non guardo la tv, che fatico a stare dietro a tutto, e leggo che la realtà è questa … davvero il mondo non è più per me

    1. Ehipenny ha detto:

      Ma guarda, penso l’età non c’entri, anche parte di noi più giovani ripudia tutto questo…

      1. Paola Bortolani ha detto:

        meno male. Che poi gli stupidi ci sono sempre stati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.