Citazione di un artista osannato che non riesco a comprendere

Per la serie artisti osannati che non riesco a comprendere, aggiungo alla lista in continuo aggiornamento un nome: Sfera Ebbasta. Sì, il trapper dai capelli rosa. Quello con un sedere tatuato sul collo. Quello della strage di Corinaldo. Non che sia colpa sua, questo no, ma il concerto in cui sono morti 6 ragazzini e feriti 59, era il suo. Per un dannato spray al peperoncino, ma anche per le regole sulla sicurezza non rispettate. Ha mandato una lettera ai genitori delle vittime, ha promesso loro vicinanza e di andarli a trovare. Non si è mai più visto. Beh, forse in certi casi è meglio tacere che parlare a sproposito.

Ma andiamo oltre. Parliamo della musica. È un caso interessante, davvero. Tra la moltitudine di barriti, in mezzo a uno YO e uno YAH, possiamo citare:

“Me ne fumo cinque all’ora si, per davvero / E farò una rapina, rrrrahh, per davvero / I frà fanno le bustine, mh, per davvero / E poi le vendono in cortile, mh, per davvero / Scippiamo una puttana, sì, per davvero / Io lo faccio per davvero”

“Nella tomba mi voglio portare soldi ed erba / Ma prima di andarci voglio uscire dalla merda”

“Quanto sei porca dopo una vodka / Me ne vado e lascio un post-it sulla porta / Le more, le bionde, le rosse, le mechesate / vestite da suore o con le braccia tatuate / Le alternative, le snob pettinate, spettinate sotto le lenzuola ubriache”

“E vieni qua, mentre fumo un blunt / Ti verso la Sprite sul baby doll / Siamo rock ‘n’ roll / Al mio collo flash, flash / Foto, woo, ti compro una borsa di Dior / Ti penso my love, yah”

Codeste poetiche corbellerie vengono cantate anche da ragazzini in età da scuole medie, bambini incoscienti abbandonati a se stessi, privi di un adulto che indirizzi la loro strada, che spieghi loro il perchè non sia musica adatta, forse nemmeno vera e propria musica. No, quell’adulto li porta addirittura ai concerti.

Certo, non è colpa sua se il suo personaggio funziona. È il suo lavoro, gguadagna bene, sa come campare di questo.

MA. Motivo per cui ho deciso di soprassedere a tutti i “non è colpa sua”, e sfogare la mia incomprensione una volta per tutte. Sfera Ebbasta siede quest’anno al tavolo dei giudici di X factor. Un talent che ha visto dietro al banco artisti del calibro di Morgan, Manuel Agnelli, Mika, Skin, perfino Fedez, che una cultura musicale ha dimostrato di averla e di saparla usare. Poi è arrivato lui, il trapper del momento, personaggio controverso, discusso, osannato e criticato, perché l’importante è che se ne parli. Certo, ma fino ad un certo punto. Anche alle castronerie c’è un limite.

“Al giorno d’oggi la musica non è solo il brano.. un fan si affeziona all’artista e sta meno attento alle sfaccettature, agli errori. Penso che ci siano tantissimi esempi di artisti che non erano impeccabili musicalmente ma che con lo stile sono riusciti a conquistare le classifiche“.

Ah, la musica non è solo il brano. La musica può essere anche solo stile. Così, ‘fanculo ai testi, ai contenuti, alle melodie, l’importante è il cantante abbia stile. Mi giunge nuova. Pensavo che stessimo parlando di canto, non di cabaret. Bello l’insegnamento alle nuove generazioni, che già sono bombardate da discutibili personaggi fotocopie di Sfera Ebbasta, con i tatuaggi in faccia, l’ossessione per le droghe, catenacci d’oro al collo e magliette psichedeliche. Non era mica sufficiente, ora insegnamo loro che non conta più quello che si fa o si dice, conta come lo si fa o lo si dice. Della serie, se vuoi fare o dire una cazzata, fallo con stile e sarai applaudito. Ma no. Ma perchè. Va bene una stonatura, va bene una canzone leggera ogni tanto, va bene un’acconciatura riconoscibile, ma il brano È l’artista. Nel brano ci deve essere l’artista, Se sei stonato, canti delle boiate e ti vesti come uno scappato di casa, per definizione artista non lo sei. Punto. Magari sei in vetta alle classifiche, collezioni dischi di platino e la gente ti adora. Ma non sei un artista.

Eccellente la risposta di Malika Ayane:

“Per diventare fan di qualcuno il disco è la prima cosa, puoi avere anche il cappello degli indiani ma non basta. Non sto dicendo che la personalità valga meno del contenuto, sto dicendo che però se fai i dischi quella deve essere la prima cosa, dopo ti guarda e dice quanto sei figo!, ma prima gli piace quello che dici e quello che suoni”.

Ovviamente è ancora pura utopia.

45 commenti Aggiungi il tuo

  1. Micio Alpha ha detto:

    La vera Musica è ben altro. Penny Ebbasta 🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣😎

      1. Micio Alpha ha detto:

        🤗🤗
        Ti piace il commento del penny-dipendente? Ahahah

      2. Ehipenny ha detto:

        Hahaha ormai lo so!

      3. Micio Alpha ha detto:

        Hai presente la vecchia sigla di Batman? Rifalla con Penny 😁😁🤣🤣🤣🤣🤣💘

      4. Ehipenny ha detto:

        Ehm… non l’ho presente, sempre odiati i supereroi 😂

      5. Micio Alpha ha detto:

        Verrebbe perfetta col tuo nome: PEPEPEPEPEPEPEPEPEPE PENNYYYY

  2. La musica é bella tutta, quello che non mi piace sono le continue istigazioni al reato e alla violenza su altri perché a furia di sentire un pezzo ti convinci sia normale. Prova a vedere i traguardi americani con il cantante 6in9ine il pezzo Kooda.. E poi piangono le stragi.. Hai ragione, I giovani d’oggi con la crisi della famiglia e della società cercano modelli di immagine, sicurezze e modi per incanalare il malessere, piuttosto che musica.

    1. Ehipenny ha detto:

      Non lo conoscevo e forse avrei preferito non conoscerlo… in parte hai ragione, ma il meccanismo del business alimenta il tutto… ormai anche la musica è una forma di compravendita, non importa la bassa qualità, l’importante è che si guadagni, e se ci sono conseguenze negative pazienza

      1. ci son finito partendo dal rapper 2pac, é vero il business guida tutto però allora la responsabilità ce l ha anche il pubblico che sceglie quale business far fiorire..

      2. Ehipenny ha detto:

        Eh certo, tutto parte da lì, un serpente che si morde la coda alla fine..

  3. Sara Provasi ha detto:

    Uno stilnovista! 🤣🤣

    1. Ehipenny ha detto:

      La sua musa è la… Maria 😂

      1. Sara Provasi ha detto:

        Ahah geniale 😂😂

  4. J ha detto:

    Ti prego, fanne una rubrica settimanale 😂
    Siamo nel terzo millennio, dove tutto è permesso e tutti possono fare tutto grazie alla tecnologia, dove chi ha le capacità e non i mezzi può comunque provarci ma anche dove un inetto si trasforma in esempio, dove un pessimo studente diventa insegnante e un ignorante diventa giudice (purtroppo non solo a X Factor). Basta sparare al bersaglio grande, anche se non hai mira qualcosa colpirai.
    Sono preoccupato -fino ad un certo punto, poi ho capito che è prioritaria la propria sopravvivenza- del benestare che certi personaggi ricevono dalla gente comune. Abbiamo davvero perso il senso critico? Forse sì, in una società costruita sempre più sull’immagine e sulla finzione.
    Più nel dettaglio musicale, tempo fa nascevano prima gli artisti, sui quali veniva costruito il personaggio, oggi invece si pensa al look da affibiare alla marionetta che porterà in giro l’album scritto da ‘chissàchi’, pronto nel cassetto da 6 mesi.
    Abbiamo una sola fortuna: pensa a quanto durano mediamente questi fenomeni, quello -secondo me- è il vero metro di giudizio.

    1. Adriano ha detto:

      Questi saranno eterni, te lo dico io, trovano sempre il modo di reincarnarsi in qualche altra cazzata/moda del momento, basta vedere J-Ax… Quando faceva copia con DJ Jad ed erano entrambi gli Articolo 31 qualcosa di buono l’hanno fatta, una volta disfatto il gruppo ed ognuno per conto suo di Jad non si sa più se sia vivo o morto (musicalmente parlando), e quell’altro sta ovunque come il prezzemolo (lamentandosi oltretutto che NON LAVORA, LUI!) e tira fuori brani di merda uno dietro l’altro ma che fanno immancabilmente la gioia della casa discografica, e questo dopo più di 30 anni.

      1. Ehipenny ha detto:

        J Ax campa di featuring con altri pseudo artisti e di hit estive discutibili… mi pare sia stato anche giudice a The voice, che non guasta per visibilità, per il resto un padre di famiglia che canta in pubblico certi obbrobri un po’ mi fa quasi sorridere

      2. Adriano ha detto:

        Ma infatti.

      3. J ha detto:

        Jad è sparito perché si è messo a produrre musica, partendo dalle radici funky. Roba ricercata, di nicchia, insomma. Chapeau.
        Il tuo esempio calza, è vero, però a J Ax va riconosciuto che si sa muovere in quel mondo, confido nel fatto che le marionette di oggi verranno sbranate dal music biz in un nanosecondo.
        Non ti offendere ma spero fortemente tu abbia torto, lo spero per tutti noi! 😁

      4. Adriano ha detto:

        Lo spero pure io di avere torto 😉

    2. Ehipenny ha detto:

      Hahaha ne avrei da riempire tutte le settimane dell’anno 😂
      Questi fenomeni continueranno a campare secondo me, anche solo di tormentoni estivi ma riceveranno il consenso (e il guadagno) necessario per vivere nei loro villoni.. io sono preoccupata a lungo termine, mettiamola così, perché più si va avanti più mi sembra che si moltiplichino, e se ne scompare uno ne arrivano altri due

  5. Adriano ha detto:

    Concordo in tutto, e sai anche come la penso su questi avanzi di galera (chiamarli scappati di casa per taluni soggetti non basta).

  6. Evaporata ha detto:

    Ho seguito, come faccio ogni anno, la prima puntata di XFactor e come te sono rimasta impietrita dalle parole di Sfera.
    Tuttavia, oggi, la tendenza è questa e lui rappresenta una forma di espressione musicale (non riesco a chiamarla musica) perfettamente in linea con i tempi.
    Possiamo solo augurarci che ‘sti disgraziati spariscano in fretta perché il messaggio del “basta essere personaggio e puoi fare ciò che vuoi” è già planetario vedi le decerebrate come Miss Keta o Elettra Lamborghini che, con il loro “stile” da baraccone, fanno concerti e serate.
    D’altra parte la moda di fare spettacolo con egregi signori e signore “nessuno” è iniziata almeno vent’anni fa quando i reduci dei vari programmi come “Grande fratello” e tutte le porcate inventate da Maria De Filippi (tronisti ecc.) hanno iniziato a portar via soldi solo facendo presenza nei locali.
    Penso il “peggio senza ritorno” abbia radici ben lontane dall’epoca attuale. 😦

    1. Ehipenny ha detto:

      Ah certo questo è poco ma sicuro, solo che sembra degenerare ogni anno di più… spero sempre in una svolta radicale che spazzi via tutti sti personaggi

      1. Evaporata ha detto:

        Succederà, ma temo ne arriveranno altri magari peggiori 😬

      2. Ehipenny ha detto:

        Anche tu dell’idea che non c’è limite al peggio vedo 😅

      3. Evaporata ha detto:

        Sì, gli umani riescono sempre a stupirmi… 🙄

  7. Spiral Red Earth ha detto:

    I testi di Sferaebbasta per me istigano alla violenza sulle donne e rientrano nella cultura dello stupro creando (e alimentando) cultura in tal senso, quest’anno non vedo per la prima volta il programma proprio perché c’è questa persona che come artista ha la responsabilità di alimentare questa cultura che sopra evidenzio, il mio è un boicottaggio quindi.

  8. Neogrigio ha detto:

    osannato? che società di merda!

  9. Kikkakonekka ha detto:

    Un cantante che non rimarrà di certo nella storia.
    Lui sfrutta questo suo temporaneo periodo di popolarità, tra qualche anno le ragazzine osanneranno qualcun altro.

    1. Ehipenny ha detto:

      Non so se sia meglio o peggio

  10. luisa zambrotta ha detto:

    Concordo con ciò che dici

  11. mariluf ha detto:

    Tristezza…. ma io spero sempre, anche contro ogni logica…

    1. Ehipenny ha detto:

      Ah anche io, per forzs

  12. Micio Alpha ha detto:

    Al prossimo post, come commento inserirò la sigla che ho creato su una storia di Penny 😏😏😏😎

  13. approvo e condivido.
    🌸💗🌸BUONGIORNO 💐💗💐
    Buon lunedì 💗🌸💗

    1. Ehipenny ha detto:

      Grazie! Felice settimana ❤

  14. chiaramongi ha detto:

    Grazie perché il tuo è un contributo bellissimo. Sono sempre alla ricerca di contenuti interessanti e pieni di senso perché oggi c’è tanto bisogno di dare un senso alle cose, ma anche di trovare il coraggio di indignarsi per altre. E sono anche mamma di un preadolescente. Un tizio come questo è completamente bandito dai nostri ascolti. Penso che gli adulti abbiano la grande responsabilità di trovare il tempo e la voglia di spiegare cosa è bene e cosa è male. Sfera Ebbasta è male. Ebbasta veramente però.

    1. Ehipenny ha detto:

      Ma grazie a te! Da figlia ormai ventenne posso solo dirti che hai fatto bene a bandirlo, non possiamo controllare il mondo esterno e della scuola ma si può contribuire a dare un fondo di cultura ai propri figli, cosa che mi auguro di riuscire a fare in un lontano futuro… sempre sperando che non ci siano più certi soggetti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.