Shawn Mendes a Bologna, Penny a Letto

Sai quando capisci che la vita forse non ce l’ha con te, però qualche dispetto te lo fa volentieri? Ecco, oggi a Bologna passeggiava indisturbato Shawn Mendes, cantante ormai internazionale, che io adoro, ma che fa pagare sul centinaio di euro i suoi concerti, in trentesima fila quinto anello. Cantante bello, non dimentichiamolo, oserei dire bello figo. Lui sedeva tranquillo in Piazza Maggiore, camminava tra la gente come un turista qualunque, scattava foto con i fan, ed io dov’ero? Logico. A lezione all’università, con il felpone caldo, la matita mezza sbavata, l’inchiostro della penna sulle mani. E poi a casa, sul letto, con i libri aperti davanti e lo sguardo vitreo sul vuoto. Mentre la mia coscienza mi rimproverava per la mia pigrizia, Shawn Mendes era a Bologna, a venti minuti da me, come un coetaneo qualunque. Oddio, non tanto qualunque. Io ero a letto e Shawn Mendes era nella mia città. Ecco, magari la prossima volta potrei pensarci due volte e decidere di tornare a casa a piedi. Sì, sono quaranta minuti di strada. Ma se avessi percorso quella strada gli sarei passata letteralmente davanti. Avrei rischiato un’embolia? Pazienza. Lo avrei fotografato a distanza come una paparazza di Signorini e mi avrebbe vista? Pazienza. Avrei avuto il coraggio di chiedergli una foto, un autografo. Ma ho preso l’autobus. Un autobus pieno di ragazzini iperattivi e rumorosi. E ci sono stata sopra quaranta minuti, perché quel dinosauro degli anni Novanta non ne voleva sapere di superare i trenta chilometri orari.

Sì, la vita ce l’ha decisamente con me.

23 pensieri su “Shawn Mendes a Bologna, Penny a Letto

  1. Accccccccccc! Tu sei giovane ed io no, ma un paio di anni fa, mentre io salivo e scendevo le colline di casa nelle mie solite ore di passeggiate del weekend, nella collina di fronte, era andato a correre il mio di mito: GEORGE CLOONEY.
    Devo dire che se ci fossimo per sbaglio incrociati, considerando le sudate che ci facciamo io le la mia amica, le scarpe bucate e la faccia paonazza dallo sforzo, beh avei potuto benissimo arrossire senza riguardo….non avrebbe fatto la differenza.
    Sarebbe stato mitico anche solo vederlo sfrecciare… ma sembra che si sia tenuto lontano dai sentieri e sia fatto tutti filari…

  2. Non ci posso credere! Anch’io vivo a Bologna e, proprio stasera, rientrando, ho trovato mezza via Indipendenza invasa da adolescenti e non solo. Ho pensato fossero appostati per qualche rapper o chi per lui, invece mi sa che la risposta è in questo tuo articolo. Condivido in pieno la tua delusione per non averlo “beccato” in giro.
    Però vedi il bicchiere mezzo pieno, potevi passarci accanto (probabilmente come ho fatto io) e non rendertene nemmeno conto 🙂

    • Ah wow siamo concittadine! Beh allora probabile tu ci sia passata proprio di fianco hahah se era un rapper credo e spero non ci sarebbero stati adulti maturi 😅

  3. Mi dispiace per la tua delusione ^_^
    Però, sono convinta che certe cose accadono o NON Accadono per un motivo ben preciso, anche se non sempre ne conosciamo i motivi… quindi: pazienza!
    Buona serata ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.