Luke Perry, riposa in pace

il

52 anni di vita trascorsa sui set, a partire da Beverly Hills, dove ha dato voce e corpo al personaggio di Dylan. Ne parlo come se lo avessi visto, ma non è così. Non l’ho visto. Non conosco il suo trascorso, le vicende dei suoi personaggi, niente della sua famiglia o dei suoi successi. Ma ho iniziato a guardare una serie tv, Riverdale, circa un anno fa. Luke Perry è un padre, uno dei personaggi chiave della trama, con la faccia buona, adorato come protagonista sia come attore. Quindi vorrei solo dire che mi dispiace, perché una vita ancora tutta da costruire è stata spezzata da un ictus, e non sono bastati un paio di giorni per lottare, Luke non ce l’ha fatta. Mi dispiace perché quando guardi una serie televisiva o un film, ti capita di affezionarti ai personaggi, e riguardare quelle stesse scene adesso, dopo la scomparsa di chi ha dato loro vita, fa male. Mi dispiace perché Luke ha fatto appassionare tante persone, unendo addirittura diverse generazioni, ed oggi noi siamo tutti qui, a pregare per lui. Non meritava di andarsene così, nel mezzo delle riprese, felice con il suo lavoro. Addio Luke Perry, prometto che presto troverò il tempo per rivederti, fiero nelle vesti di Dylan, sul set di Beverly Hills. Addio Luke, in tanti ti hanno voluto bene.

13 commenti Aggiungi il tuo

  1. Adriano ha detto:

    Io ho visto Beverly Hills ai tempi, anche se non in maniera continuata, ma ricordo che c’erano le “fazioni” tra chi sosteneva il suo personaggio (Dylan) e quello di Brandon 🙂

    Mi dispiace che non ce l’abbia fatta…

    1. Ehipenny ha detto:

      Ecco delle fazioni non lo sapevo
      Purtroppo la vita è fragile..

      1. Adriano ha detto:

        Ahimè 😕

  2. annaecamilla ha detto:

    Oh quando mi dispiace!!!

  3. Vittorio Tatti ha detto:

    “Beverly Hills 90210” venne trasmesso la prima volta quando frequentavo le superiori.
    Essendo giovane, anche io avevo la brutta abitudine di rincorrere i miti della tv e del cinema, anche se in maniera meno scriteriata rispetto a molti coetanei.
    Una settimana mi pettinavo come Brandon, un’altra come Dylan; che ci vuoi fare…
    Detto questo, non sono per le commemorazioni post mortem, quindi non aggiungo altro.

    1. Ehipenny ha detto:

      Io sono per un piccolo pensiero post mortem, se ho qualcosa da dire per ricordarlo… la rincorsa ai miti della tv anche oggi un alcuni è davvero scriteriata

  4. illettorecurioso ha detto:

    Davvero una brutta notizia ☹️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.