Di che cosa ho paura

Ho paura degli altri, ho paura di me stessa, a volte ho paura delle situazioni, altre volte ho paura del vuoto. Non so spiegarlo, accade tutto nella mia testa, frutto di paranoie infinite che si rincorrono, gatti che si mordono la coda da soli. Quando conosco una persona, mi soffermo a catturare la prima impressione che suscita in me, le do importanza come se valesse un intero rapporto, anche se si tratta di un solo momento, una stretta di mano, uno sguardo. Forse è per questo che mi preoccupo troppo della prima impressione che suscito io. È quel sentirsi impreparati a qualsiasi stretta di mano, a qualsiasi sguardo… È questo. Ci ho lavorato, e quando mi trovo davanti ad una persona nuova so cosa chiedere, cosa dire per non sembrare un palo, come sembrare ciò che nemmeno sono. Perché io sono loquace con pochi, abbraccio poco, bacio poco, a volte reprimo perfino l’istinto di una pacca sulla spalla. È stupido, lo so. Perché dopo quel primo incontro inizio a conoscere le persone, e l’istinto prevale come l’ombra della montagna sul sole. Mi fa impazzire. Mi fa impazzire perché non lo capisco, perché con certe persone io mi trasformi in una comica, in una deputata parlamentare o in una psicoanalista, mentre con altre persone io sia semplicemente una pietra inerme. Non capisco perché a volte mi ritrovo a rovinare tutto con il mio mutismo, e la mia incapacità di scrollare la testa e non pensare. A volte vorrei provare quella sensazione di vuoto, di un corpo leggero che svolazza libero, e prende a calci i propri odi e le proprie paure. Non capisco perché a quelle persone ci tengo, ma non riesco a dare niente di più di qualche parola buttata al vento, qualche sorriso forzato, qualche silenzio imbarazzante. Forse non mi fido abbastanza, ma di chi? Di me o di loro? Non riesco ad aprirmi, sono una cassaforte che non riesce ad essere scassinata. Poi trovo quelle persone che mi fanno ridere, parlare di me, senza vergogna, senza bugie, quelle persone che mi fanno sentire nel posto giusto, e che quando non ci sono mi mancano, perché parlerei ancora per ore. Non mi capisco. Vorrei riservare quelle conversazioni logorroiche per una diretta televisiva mondiale, e poter dimostrare che anch’io sono come gli altri, anch’io parlo fino allo sfinimento e rompo i silenzi altrui. Ci sono persone che ho conosciuto, e che non mi crederebbero. Forse ho solo bisogno di una spinta, di una prima stretta di mano che mi sussurri “dimmi di te, ti ascolto”, di uno sguardo che si incuriosisca ma con discrezione, aspettando in disparte che io mi avvicini e mi presenti. Forse ho bisogno che qualcuno faccia il primo passo: me ne basta uno, e poi comincio a correre io. Ho trovato persone che mi hanno come raccolta da terra, hanno demolito quel primo strato di timidezza ed ora fanno parte della mia vita. Non dovrei lamentarmi, eppure… Eppure ci sono altre persone che ne sono rimaste fuori, per colpa mia. O colpa del mio istinto selettivo che non mi dà spiegazioni. Va sempre allo stesso modo, mi preoccupo di come posso sembrare, di quello che dovrei dire, quando la sola cosa a cui dovrei pensare è me stessa. Dovrei liberarmi dai macigni di timidezza che ancora non se ne sono andati, nonostante molti mi abbiano detto che sono tanto cambiata. Ne vado fiera, perché mi è costato fatica cercare di aprirmi come un libro. Ma perché non ci riesco con quelle persone? Perché non riesco a far loro capire che per me contano tanto? Istinto infame! Se mi potesse spiegare che cosa accade nella mia testa, e quale tormento mi provocano ancora certi silenzi glaciali, forse potrei lavorare ancora. Ma se siamo in due ai due lati di un muro, e nessuno muove un dito per abbatterlo, come si può riuscire a comunicare davvero?

25 commenti Aggiungi il tuo

  1. Vittorio Tatti ha detto:

    Non credo sia questione di timidezza, ma non nemmeno da cos’altro possa dipendere.
    Per esempio, io parlavo poco o niente con la ragazza con la quale stavo, mentre riuscivo a essere più comunicativo (senza esagerare) con gli estranei; forse i muri nascondono incompatibilità caratteriali che non possono essere superate.

    1. Ehipenny ha detto:

      Probabile… forse semplicemente l’istinto ci mette sulla difensiva con le persone che sembrano incompatibili con noi

  2. Non ti preoccupare… io sono l’opposto, con le dovute conseguenze… sono istintivo, rompi scatole, do troppa importanza all’apparenza facendomi male con le prime illusioni… vorrei cambiare queste parti di me ma non ci riesco e forse no vorrei… sembrerà stupido ma alcune volte vorrei vivere circondato da muri… i tuoi amici capiranno, a volte tendiamo a strafare o fare salti mortali per mostrare cose che magari loro capiscono subito 🙂

    1. Ehipenny ha detto:

      Beh allora anche la situazione opposta ha le sue difficoltà… secondo me ognuno ha dei lati del carattere che vorrebbe cambiare, ma poi non ci riesce È capisce che forse sono lati importanti… 🙂

      1. eh si perchè tendiamo sempre ad attuare in noi delle rivoluzioni magari inutili come se il cambiamento produca solo dei vantaggi ma non è cosi 🙂

      2. ogni tanto faccio dei pensieri che mi sorprendono a partire da me stesso 😛

  3. Sara Provasi ha detto:

    Le persone con cui ti blocchi ti piacciono di più o di meno delle altre? O magari non c’è distinzione… ma credo che se è un blocco per imbarazzo perché ti piacciono, con un piccolo sforzo lo risolvi e anche loro ti capiranno e sapranno vedere, se invece non ti piacciono vuol dire che sei a disagio… quindi salvo eventuali rapporti obbligati meglio così!

    1. Ehipenny ha detto:

      Accade soprattutto con le persone con cui non mi sento a mio agio, perché non le sento affini a me… A volte anche con chi mi piace, soprattutto dell’altro sesso 😅

      1. Micio Alpha ha detto:

        😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂

      2. Sara Provasi ha detto:

        Ahah xD
        Allora credo sia semplice timidezza 🙂
        Caratterialmente la preferisco anche all’estrema esuberanza!

      3. Ehipenny ha detto:

        Che bello! È raro saperla apprezzare secondo me 😅

      4. Sara Provasi ha detto:

        Sii non sopporto i temperamenti troppo estroversi! Poi la apprezzo perché fino alle medie ero timida a livelli assurdi, all’asilo non parlavo proprio 😅
        Ora in confronto sono spigliata 😂 ma ancora con alcune persone mi blocco un po’ 🙂

      5. Ehipenny ha detto:

        Anch’io alle medie ero molto più timida di ora, la crescita e le situazioni secondo me ti fanno sbloccare tanto :))

      6. Sara Provasi ha detto:

        Vero! Poi ci si fa pian piano meno problemi ad essere sé stessi! 🙂
        Solo con chi non sono a mio agio mi trattengo ancora in parte, ma perché vedo che non avrebbe senso dare più del minimo!

  4. alemarcotti ha detto:

    Se mi dici di te… Io ti ascolto davvero☺

  5. Micio Alpha ha detto:

    Non vivrai mai per bene, se non ti svegli! Io posso solo dire che ce la farai ma deve partire in primis da te. Tieni duro!

      1. Micio Alpha ha detto:

        La Penny lo sa! Adesso stappo un Pinot Noir. 😘😘😘😘😘
        In arrivo un altro servizio sul tg bolognese 😁😁😁. Domenica quando torno te lo metto come commento. Solo un indizio: Ministro Penny 😂😂😂😂😂

  6. positivefab ha detto:

    I feel like you do. That’s so damn sad.

    1. Ehipenny ha detto:

      You understand 😊

      1. Micio Alpha ha detto:

        Nice to Penny you 😂😂😂🤣🤣🤣🤣

  7. Sono certa che troverai qualcuno con cui riuscire ad essere te stessa. Io sono convinta che esiste, da qualche parte. Per quanto mi riguarda se mi apro parlo tanto, è vero che è più facile con chi non si conosce, ma in quel caso c’è sempre il timore di essere troppo. E poi ricordati che gli occhi non mentono mai.
    Un abbraccio 🤗

    1. Ehipenny ha detto:

      Ne sono convinta anch’io, È sono anche convinta che non siano tante le persone con cui essere davvero totalmente se stessi… sugli occhi sono più che d’accordo :))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.