Rifletti

il

L’odio ha portato alla guerra. La guerra ha portato al male. Il male ha portato dolore, sangue, sofferenza. Morte. E la morte ha portato ad altro odio. L’umanità si è combattuta per anni, con la pretesa che esistesse una razza migliore, un paese migliore, uno stile di vita migliore. L’umanità si è ammazzata e torturata, tra folli atrocità, e quel dolore non è mai stato seppellito insieme ai corpi, sotto un mucchio di terra, quel dolore è ancora qui, a volare insieme al vento, a ricordarci ciò che è stato, e ciò che non dovrebbe accadere più. Riflettiamo tutti. Ricordiamo che l’odio ha provocato stermini, campi di lavoro forzato, la distruzione della vita e della dignità umana. Ricordiamo chi è morto e chi è sopravvissuto, con ancora il numero tatuato sul corpo con il ferro bollente. È la Storia. Dovrebbe servirci a questo. Perché nessuno ci credeva, nessuno pensava fosse possibile, eppure qualcuno ha avuto il coraggio di entrarci, in quei campi di concentramento, qualcuno ha visto con i propri occhi quello che non avrebbe mai immaginato, nemmeno nell’ultimo girone dell’inferno. Oggi quello che ci rimane sono immagini sconvolgenti di corpi ridotti a cumuli di ossa, denti d’oro accatastati per essere fusi, montagne di vesti a righe con la stella di David sulla manica, capelli come se fosse lana delle pecore. Oggi quello che ci rimane sono pochi sopravvissuti, che portano nel cuore una ferita talmente grande da essere quasi un secondo organo. Meritano di essere ascoltati. Lo meritano più di chiunque altro. E lo meritiamo noi, perché c’è ancora la speranza lontana che l’uomo capisca a quanto male possa portare l’odio.

27 gennaio, giornata della memoria 2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.