La polemica della pelliccia

Emma Marrone non è tra le mie cantanti preferite, ma la seguo da quando ha cominciato ad emergere nel panorama musicale italiano, ed è inevitabile che un minimo io mi sia affezionata. Credo sia una buona cantante, che si sia meritata ciò che ha guadagnato in questi anni, e in grado di donare parecchio. La stimo come persona, perché non ha mai rinnegato niente del suo passato, mette sempre la sua famiglia al primo posto, e quando Maria De Filippi ha avuto bisogno di lei, lei c’è sempre stata, per quanto discutibile sia il talent show e per quanto i concorrenti abbiano contribuito a sommergere la bella musica. È debitrice di chi le ha dato la possibilità di fare carriera, e ha dimostrato di non averlo dimenticato.

Poi c’è il pubblico, e le ombre che dietro lo schermo del computer si accaniscono sulle persone. Un anno fa, Emma fu accusata di aver indossato una pelliccia vera per girare un videoclip, bugia presto svelata dalla stessa cantante che mostrò il cartellino. A un anno di distanza, quelle stesse persone senza volto si sono scatenate in commenti pieni d’odio, pubblicati sotto una foto in cui Emma indossa la stessa identica pelliccia. Io non giudico l’arte o la presunta ingiustizia di vendere pellicce vere, mi permetto soltanto di constatare che certe persone non hanno proprio niente di meglio a cui pensare, ed è triste. Non si arrabbiano per i problemi del nostro paese, per i governi che non li sanno risolvere, per i criminali che uccidono, picchiano, rubano, per gli evasori fiscali o per i truffatori, ed oltre non mi dilungo, non si arrabbiano per le montagne di letame che circondano la reputazione di un paese, no: si arrabbiano per una foto, si arrabbiano a prescindere e senza cognizione di causa, perché era già stato dimostrato che quella pelliccia fosse finta, e bastava leggere appena sotto per ricordarlo. Si arrabbiano per la vita di un’altra persona, che fino a prova contraria è dotata di libero arbitrio, e non deve spiegazioni a nessuno per i suoi comportamenti. Si arrabbiano e poi non si scusano, tirano il sasso e nascondono la mano, ma non si rendono conto di quanto male possano fare. Mi sembra tutto così ridicolo. E per fortuna sono stati anche tanti i commenti ragionevoli, che hanno ribadito a caratteri cubitali di porre fine a questa polemica. Ma è stata una polemica che non aveva ragione di esistere, e che per di più è stata alimentata da insulti gratuiti e false accuse. oi ci arrabbiamo per questo. Giustamente. È proprio questo un male inguaribile che dobbiamo combattere, sì.

Sono spesso sempre più convinta che ci siano persone con la scatola cranica vuota. Per fortuna che quelle ragionevoli riportano la speranza.

9 commenti Aggiungi il tuo

  1. Micio Alpha ha detto:

    Penny Marrone… Brown Penny 🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣

  2. silvia ha detto:

    Purtroppo c’è sempre troppa invidia! 😉

  3. Kikkakonekka ha detto:

    Essere “haters” sta diventando una professione.
    Che poi fanno i gradassi nascosti dietro ad un monitor. Se li pigli per strada negherebbero qualsiasi cosa, sono tutti dei cagasotto.

  4. SognidiRnR ha detto:

    In realtà si arrabbiano per tutto e il problema è che lo fanno con la stessa ferocia per tutto! E si parla di rabbia e indignazione sterili, prive di fondamento se non addirittura di buon senso. Con la stessa ignoranza sputano sentenze su personaggi famosi e sull’attualità, sulla criminalità e sulle pellicce e in nessun caso si pongono delle domande, registrano vaghe informazioni e urlano cose. È veramente una piaga sociale!
    Due domande mi pongo: come siamo arrivati a questo punto e come fanno i “famosi” a sopportare tutti questi “haters” di dubbia intelligenza.

    1. Ehipenny ha detto:

      Esatto, ho le stesse tue domande… mancanza di educazione? Di esempi da seguire? Modelli sbagliati che influenzano il funzionamento delle cose? Mah… Io se fossi stata Emma altro che inquadratura dell’etichetta della pelliccia, avrei tirato fuori il peggio di me 😅

      1. SognidiRnR ha detto:

        Secondo me è stupidità. Non vedo altra soluzione 😅 Mista ad arroganza. Perché a volte basterebbe leggere le didascalie delle foto per evitarsi figure di questo tipo… Io penso che Emma come tutti gli altri “famosi” di instagram non abbiano più mezzi per contrastare questa cattiveria dilagante. Io come te, mi sarei infuocata 😅😅 al costo di assumere una persona appositamente per segnalare e bloccare tutti tutti i commenti d’odio immotivato.

      2. Ehipenny ha detto:

        E mi sa che hai ragione… l’idea di assumere la persona è geniale, magari la faccio anche rispondere a certi commenti pieni d’odio, a tono 😄

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.