Spray al peperoncino

Vorrei diffondere un appello pacifico:

Voi menti malate, che in discoteca avete la brillante idea di spruzzare dello spray urticante in mezzo a centinaia di persone, scatenando il panico tra ragazzini minorenni o nemmeno di vent’anni, e li vedete morire, schiacciati come animali, come carcasse da buttare: io vi invito a riflettere. Guardate quei corpi dilaniati e privati della vita, in una serata che doveva essere semplicemente normale, la serata che a sedici anni tutti i ragazzini sognano spensierati. Per uno spray al peperoncino ad Ancona sono morti sei minorenni e una madre, calpestati dalla paura della folla impazzita. Hanno sofferto fino all’ultimo, con le ossa spezzate e i polmoni senz’aria. Ieri erano vivi e oggi non più. Come glielo spiegate ai genitori, che la discoteca non dovrebbe essere pericolosa, che in discoteca non si dovrebbe morire, che a sedici anni non si deve morire cazzo. Non è più un gioco, si tratta semplicemente di follia. È una tragedia inspiegabile, il frutto di qualche mente malata che segnato la vita di tanti ragazzi, tanti giovani cuori energici che erano lì, felici, in attesa di ballare e di applaudire l’ospite Sfera Ebbasta. Non sono riusciti a scappare. A salvarsi. A difendersi da chi, per istinto di sopravvivenza, li ha abbattuti come birilli. Li immagino con le scarpe sulla faccia, con il corpo schiacciato da un fiume umano, con le grida nelle orecchie e il petto già morto. È un orrore. E chiedo perdono, non so a chi, per questo orrore. Non è giusto e non lo sarà mai. Vorrei solo che si potessero sistemare le cose, ridare la vita a quei sei ragazzi e a quella madre, vorrei che esistesse una spiegazione razionale a tutto questo… Ma la verità è che l’uomo è capace di uccidere. Così. Senza motivo. Uccidere dei minorenni in discoteca. Senza motivo. Uccidere in una serata di festa. Senza motivo.

Non ho più parole.

Solo, mi vorrei trattenere, ma…

Non basterà fare giustizia, se mai si farà…

Voi, menti malate, perché non prendete quegli spray urticanti e non ve li spruzzate del deretano?

30 pensieri su “Spray al peperoncino

  1. tragedie che si ripetono purtroppo, mi è tornato in mente il giugno 2017 quando una ragazza è morta a Torino in Piazza San Carlo per lo stesso motivo, per una calca disumana che ha travolto e schiacciato. Purtroppo sembra che non si impari nulla dalle morti, l’ignoranza e il disprezzo della vita altrui sembra non avere limiti. È come dici, agghiacciante

    • Purtroppo no, non si impara… È capitato anche ad ottobre a Bologna dove vivo, hanno spruzzato dello spray in discoteca per poter rubare nel fuggifuggi generale… per fortuna senza conseguenze… ma qui hanno giocato con il fuoco e ci hanno rimesso i più innocenti…

  2. Pingback: Spray al peperoncino | ilmondodelleparole.com | Fabio Argiolas

  3. Pingback: vita malata – Spray al peperoncino — Ilmondodelleparole | l'eta' della innocenza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.