Tour dell’Andalusia – Siviglia 2

Piazza di Spagna è un’isola preziosa nascosta in un angolo di Siviglia, uno scorcio unico e meraviglioso, come una tela piena di colore e di luce, una veduta che da qualsivoglia lato la si guardi ti fa sentire spettatore impotente, davanti a tanta bellezza. Le decorazioni in marmo e ceramica, il canale al centro, i ponti, le quarantotto panche con le mappe delle province spagnole, la fontana che traccia un arcobaleno tra gli zampilli cristallini, le carrozze con i cavalli che transitano attorno, i palazzi, i ventagli decorati in vendita a terra, la musica di una fisarmonica… un paradiso in terra che ti catapulta in un’altra dimensione.

In seguito siamo giunti nei pressi dei padiglioni dell’expo che Siviglia ospitò nel 1929, un’ambiente deserto e silenzioso, interrotto soltanto dal lavoro del giardiniere con il tagliaerba. Abbiamo riconosciuto a stento i palazzi di legno con i portoni chiusi, anticipati da laghetti d’acqua e vasi di fiori tirati a lucido, ma la loro grandezza si è fatta sentire, gli anni portati non si vedono, e tutto sembra essere stato progettato appena ieri.

Dopo un pranzo a base di tapas fritte ci siamo diretti alla Torre dell’oro, che con un colpo di fortuna ci apre le porte gratuitamente e ci permette di visitare il museo della navigazione contenuto al suo interno. E’ una torre non troppo alta, di controllo militare, composta da dodici lati, che si erge accanto al fiume Guadalquivir. Meritava una visita, come simbolo importante per gli abitanti di Siviglia e per la sua storia navale racchiusa tra le mura.

Siamo quindi passati davanti alla Plaza de toros, sede della corrida di Siviglia, bianca e gialla, dai colori vivi e puliti, apparentemente mai intaccati dallo smog cittadino. Il palazzo circolare non ci invita ad entrare, ma l’atmosfera calda e la sua grandezza rimangono davanti ai nostri nasi durante una pausa sul muretto a bordo della strada, nell’ombra e costeggiato dal verde.

La visita è proseguita alla casa de Pilatos, un tipico palazzo andaluso che mischia lo stile rinascimentale italiano e quello arabo. E’ un labirintico percorso di sale e di cortili interni, tenuti alla perfezione come una residenza reale, con le piastrelle lucide e variopinte, le fontane celesti e la natura verdeggiante. La stanchezza non vince la curiosità di percorrere ogni corridoio, e di ammirare nel silenzio anche le stanze dimenticate.

La giornata si è conclusa con una cena in un localino tipico spagnolo, con un cameriere simpaticissimo e disponibile a spiegarci ogni pietanza, perché il menù era rigorosamente scritto in lingua. I tavolini in legno appena fuori dal locale, in un intricato quartiere di viuzze strette e familiari, ci ha regalato una cena in tranquillità e bontà tutta da gustare. Senza dimenticare una birra dal prezzo irrisorio che ha accompagnato un piatto di spiedini di gamberi dal sapore squisito.

25 commenti Aggiungi il tuo

  1. annaecamilla ha detto:

    Come sei stata brava. Stupendo, meraviglioso, foto bellissime. 👏👏👏👏

    1. Ehipenny ha detto:

      Grazie mille davvero! 😘😘

      1. annaecamilla ha detto:

        Quando una è brava bisogna dirlo❤️

      2. Ehipenny ha detto:

        Aww dolce 😍

  2. Perseide💫 ha detto:

    Mi sa che quando torna Cristian gli tiro la giacca messa!!! Sti due reportage tuoi… mi fan venire voglia di andare e in buona compagnia!!!! Ma che bello tutto!!!!’😘😘😘

    1. Ehipenny ha detto:

      E pensa che ne ho ancora per due settimane! Raccogli materiale e partite!! 😘

  3. Anonimo ha detto:

    Che meraviglia ! Sarà uno dei miei prossimi viaggi….grazie !

    1. Ehipenny ha detto:

      Grazie di cuore! Merita davvero, se hai la possibilità vacci 😘

  4. J ha detto:

    Peccato confermi che non ci siano turisti, per il resto regala degli scorci molto belli e caratteristici. Attendo con curiosità il resto

    1. Ehipenny ha detto:

      No no, in realtà turisti ci sono eccome, a Siviglia per lo meno, mentre ne ho trovati meno nelle città più piccole… nello scattare le foto mi piace cogliere se riesco il momento di pace senza gente intorno ecco… e a Siviglia essendo una grande città i turisti si disperdono anche molto 🙂

    2. Ehipenny ha detto:

      Ah e aggiungo che noi ci svegliavamo alle 7 del mattino, mentre in Spagna prima delle 11 nessuno si muove di casa

      1. J ha detto:

        Potrei prendere in considerazione un trasferimento. Bello l’articolo ma anche le foto ✌

      2. Ehipenny ha detto:

        Grazie mille! Beh non sembra male come luogo per viverci 😁

  5. illettorecurioso ha detto:

    Ma che bello! Bellissimi scatti 😍

  6. Kikkakonekka ha detto:

    Ho capito: devo visitare Siviglia.

    1. Ehipenny ha detto:

      Fortemente consigliata, in realtà se segui la serie di post le città consigliate sono tante 😁

  7. Kikkakonekka ha detto:

    Bellissime foto, tra l’altro.

  8. marisasalabelle ha detto:

    Siviglia è meravigliosa…

    1. Ehipenny ha detto:

      Veramente veramente bella

    1. Ehipenny ha detto:

      Grazie! Siviglia È una meraviglia :))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.