La mia Bologna, la mia Tangenziale

Un incidente tra due camion, apparentemente un normalissimo scontro causato da un autista distratto. Poi l’esplosione. Il disastro. Alcuni titoli parlano di apocalisse. Il boato si è udito in ogni angolo della città emiliana, il fuoco ha invaso le strade adiacenti, ha divelto vetrine, ha frantumato finestre, ha bruciato alberi e balconi, ha innescato una serie di scoppi a catena nei concessionari Peugeot, ha ferito agenti di polizia al lavoro, uomini fermi a prestare soccorso, persone nel luogo sbagliato al momento sbagliato.

Le riprese sono sconcertanti. Lo sono perché conosco la tangenziale, conosco la zona, conosco quelle vetrine distrutte e quelle facciate annerite. Lo sono perché si poteva evitare, in tanti modi. Non si contano ancora i morti e i feriti, si parla di tre vittime e una sessantina in ospedale. Troppi comunque. Un disastro che ha colpito la mia città mentre sono in vacanza, e che mi ha lasciata con la tristezza di non poter neppure dare una mano. Un pensiero va a chi ha perso la vita, chi ha perso la salute che aveva, chi ha perso il lavoro o la propria auto, chi ha vissuto l’incidente e poi l’esplosione. Non si può mai essere certi di niente. Un secondo solo potrebbe essere fatale, ed oggi è stato dimostrato. Purtroppo la cicatrice rimarrà, come rimane adesso un cratere nero e profondo sulla strada. E si spera che un giorno queste vite e questi corpi possano essere risparmiati. La mia città merita di più.

34 pensieri su “La mia Bologna, la mia Tangenziale

  1. Ma roba da matti…….. Ma cosa correva quello lì? Con un autocarro poi. Ci credo che dopo l’autocisterna è esplosa, guarda che botta.

  2. Mi dispiace per questo doloroso e tragico incidente, tante volte anch’io ho percorso questa strada ed ho vissuto qualche anno a Bologna….città straordinaria! Dani

  3. Nessuno è immune in questa faccenda. Non voglio aggiungere altro. Quella tangenziale è assai pericolosa. La conosco bene. Forse in alcuni periodi dell’anno merci pericolose dovrebbero solo viaggiare con orari specifici e pure accompagnati. Come i trasporti eccezionali. Dico forse.

    • Quel tratto è criticatissimo, c’era il progetto di cambiarlo e chissà che qualcosa non si smuova ora… io credo che le merci pericolose debbano essere trasportate lontano dai centri abitati e dai cittadini..

  4. Ho visto il video trasmesso in tv…il camion non accenna neppure a frenare, forse un malore, l’abbiocco postprandiale, un guasto ai freni o forse stava guardando il cellulare. Non si può parlare di velocità, erano tutti in coda, quindi la velocità era moderata. Resta lo sgomento per quanto è successo.😢

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.