Apro il mio diario #28

Non è facile dare la priorità alle cose, ancora meno alle persone. A volte mi lascio trascinare dalla voglia di essere parte di una folla, mi lascio convincere senza vedere gli inganni, mi illudo, sì, che le persone possano cambiare, che gli equilibri possano essere sconvolti. Forse è questione di fiducia, l’errore più grande è gettarla via come un foglio di carta sulla strada, permettere a chi ci ha già fatto del male di farcene ancora, perché sembrava così bello, ma era solo una finta scenografia. Sbaglio a dare troppo peso a certi gesti, certe promesse fatte senza guardarsi negli occhi da chi era abituato a mentire, non posso essere certa che il pavimento non crollerà, dovrei essere prudente, ma a volte non ci riesco. E’ che ti inganna la prospettiva perfetta, come se tutti quegli sforzi di cercare la compagnia giusta venissero d’improvviso ripagati, ti inganna la sola persona che là in mezzo nuota un po’ in disparte, e tu non riesci mai a capire a quale mondo lei appartenga. Mi lascio ingannare così, ed è come farsi abbagliare dal sole, brucia, perché in fondo la colpa è la mia. E’ che io non imparo mai. E confondo le speranze con certezze, le persone false con le persone cambiate. E mi rendo conto che nelle strade buie io mi perdo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.