Quelli del folletto

Non ci sono certezze al mondo, non il sole, che quando noi ci saremo già estinti sotto la progenie di Trump si spegnerà, nè le acque, che spariranno ed emigreranno su Marte, neppure la vita é definitivamente radicata, perché un meteorite sarebbe leggermente letale. Non ci sono certezze, dicevo, fatta eccezione per loro: QUELLI DEL FOLLETTO. E mezza Italia starà già tremando, in posizione china sui blocchi di partenza, pronta a scattare. Quelli del folletto sono sempre presenti, ad ogni fiera, ad ogni mercato, ad ogni festa di paese, alle bancarelle della domenica, alla festa patronale, perfino alle processioni, dietro la croce, la setta del folletto che li innalza tutti al cielo. Sono i devoti all’aspirapolvere per eccellenza, laureati in scienze della polvere, con tanto di cartellino e divisa ufficiale. Li riconosci a dieci chilometri di distanza, li riconosci già dal parcheggio, dall’uscita dell’autostrada: vedi un po’ di verdino, di movimento accelerato, di sberle che volano, e capisci. Capisci che ci sono quelli del folletto. Che poi, sarebbero anche innocui se non ti aspettassero al varco, si, proprio a te, che sei di fretta, che sei devoto a scopa e paletta, o che eventualmente chiami a casa la filippina per le pulizie, oppure a te che sei un merdone, e la casa non la pulisci mai. Qualunque sia la verità, quelli del folletto la sanno e ti placcano, con mosse da rugbisti, e nel giro di pochi secondi ti ritrovi inglobato sotto il loro tendone, davanti al banco dei folletti, incatenato a un palo, con un omino vestito di verde che aspira l’asfalto. Ti sorride come se stesse guardando un film di Zalone, tra l’allegria e la presa per i fondelli. E tu che fai? Non ti resta che seguire la lezione universitaria di aspirazione, ammirando le sue indicazioni sulle superfici aspirabili, sulle melodie che emette il motore, sugli angoli acuti che l’attrezzo riesce a raggiungere. La gente che passa ti compatisce, te tapino!, ma pure un po’ fesso perché non hai corso in tempo. Dopo due ore di dimostrazione gratuita, l’omino spegne il macchinario infernale, ma ormai hai nei timpani un ronzio trapanante che ti ha anestetizzato anche il cervello. Leggi il suo labiale, e vedi che ti porge un foglio con una penna rifilandotelo ad altezza naso. Nome, cognome, numero di conto corrente, indirizzo di spedizione. In cinque minuti hai comprato non uno, non due, ma ben venti folletti nel pacchetto famiglia perché oggiesoloperoggioffertaspecialeimperdibilecheticambieràlagiornataanzilavita. In alternativa puoi cercare di scappare, scavalcando i folletti in esposizione, i fili chilometrici che attraversano la piazza intera, gli omini rugbisti schierati a testuggine, e il fiume umano di gente in fuga che cerca di evitare quelli del folletto. Serve lo scatto atletico, e anche un po’ di culo. Il rischio concreto é quello di ritrovarsi con l’aspirapolvere brandito in aria, minaccioso verso le tue mutande. Poi, altra cosa: non illudetevi che quelli del folletto siano solo ai mercati. No, quelli del folletto sono addetti anche al porta a porta. Senza Vespa, però. (Pessima). Ricordo un amico di famiglia che fece l’innocente errore di socchiudere il portone, e i due omini vestiti di verde avevano già azionato i folletti e cominciato ad aspirare la cucina. In cambio del servizio di pulizia gratuito, lo sfortunato fu costretto ad acquistare seduta stante l’aspirapolvere, il modello turbo diesel con sei marce e cinque porte. E dovette chiedere un prestito in banca. Ma come si dice, l’esperienza insegna, e oramai quando avvisto da lontano quelli del folletto, comincio una corsetta veloce di riscaldamento, dribblo tra i passeggini, e al primo spiraglio mi lancio di testa sfondando i muri umani. Mi seguono insulti, parolacce, un grido sofferente del malcapitato di turno e il rumore assassino del folletto che risucchia sassolini. Scampato pericolo. Sia lodata la scopa e paletta.

12 commenti Aggiungi il tuo

  1. Sara Provasi ha detto:

    Uaah, ho ben presenti quelli porta a porta! 😂
    Diventeranno una tradizione millenaria anche per i popoli del futuro, resisteranno a tutto, diventeranno religione! 😂😂😂

    1. ehipenny ha detto:

      Oh puoi dirlo! Saranno tramandati a vita 😂

  2. mo1503 ha detto:

    Un trucco per evitarli,fai finta di parlare al telefono animatamente , non si avvicinerà nessuno .

    1. ehipenny ha detto:

      Lo terrò presente 😁

  3. Kikkakonekka ha detto:

    Io ho il Folletto, ma me lo hanno regalato. Mai avuto il piacere di incontrare un venditore.

    1. ehipenny ha detto:

      Ritieniti fortunato! 😂

  4. massimolegnani ha detto:

    ahah, brano divertentissimo, grottesco, non lontano dalla realtà.
    senza Vespa, però (ottima!)
    🙂
    ml

    1. ehipenny ha detto:

      Hahah mi fa piacere grazie! 😊

  5. Laura Parise ha detto:

    🤣🤣🤣 ehhh sì… hai proprio raccontato uno spaccato di vita follettiana 🤣🤣🤣

    1. ehipenny ha detto:

      Grazie! Che bello esserci riuscita 😁

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.