Primo maggio

il

È un diritto ed un dovere, scritto nella Costituzione italiana, lavorare senza diventare bestie da soma, ed anzi accrescendo la propria stessa dignità.

Non vale più l’interpretazione letterale. Io non la vedo nel mondo.

Ma cari lavoratori, se qualcuno ha scritto l’articolo 4 significa che qualcuno a voi ha pensato. E non smetto di credere che un giorno quel qualcuno torni, e riporti il lavoro alla sua nobile ed alta funzione.

(Immagine presa dal web)

9 commenti Aggiungi il tuo

  1. Daniela ha detto:

    norme che oltre ad essere lette andrebbero interpretate, perchè questo era e resta il loro scopo. È stata scritta per garantire i diritti dei cittadini-lavoratori, ma ad oggi resta solo un bel sogno, un utopia…gli autorevoli Signori della Costituzione provenivano da un altra condizione sociale , da una cultura che insegnava ancora cos’è la “responsabilità”. Il tutto è andato degenerando, compreso il fervore e la determinazione dei cittadini di far valere quei sacrosanti diritti. Non mi dilungo oltre, ma allo stato attuale mi viene solo rabbia nel vedere calpestata la dignità umana.Ciao Penny

    1. ehipenny ha detto:

      Sono della tua stessa opinione, e dovendo ancora entrare nel mondo del lavoro trovo ingiusto in particolare una cosa… che tutti noi giovani siamo scettici sul nostro futuro, SPERIAMO di trovare lavoro quando in realtà dovrebbe essere normale…

      1. Daniela ha detto:

        ad ascoltare certi personaggi dovremmo essere più ottimisti, sinceramente io non lo sono. Lavoro da diversi anni ormai e la soddisfazione personale è andata calando da una decina di anni ad oggi in modo esponenziale. Alla mia età non mi reinvento un lavoro, ma se fossi al posto di certi giovani preparati che non hanno timore di allontanarsi dalle proprie radici, non ci penserei due volte a tentare fortuna all’estero. Brutto dirlo, ma è così, e non mi vengano a dire che i giovani non si adattano alla gavetta, ci sono trentenni anche laureati che continuano ad avere contratti a tre mesi come commessi di reparto… intollerabile e vergognoso che non possano programmarsi un futuro decoroso

      2. ehipenny ha detto:

        È così purtroppo… io già da ora voglio impegnarmi a vedere tutte le prospettive, anche fuori, studiando al meglio le lingue… ma c’è chi non ha nemmeno l’opportunità di farlo..

      3. Daniela ha detto:

        È vergognoso che in Italia si sia giunti a questo. Il rischio di perdere le menti migliori accresce e nulla viene fatto per evitarlo. Soldi per gli armamenti si trovano per investire in lavoro e scuola

      4. ehipenny ha detto:

        Vergognoso e deludente…

  2. Daniela ha detto:

    Mi era partito l’invio per sbaglio… Dicevo per scuola e ricerca si tagliano i pochi fondi disponibili… E qualcosa mi dice che nulla cambierà…

    1. ehipenny ha detto:

      Lo penso anch’io, si taglia solo sulle strade per il futuro… sanità scuola lavoro…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...