Ponte

Caro Maggio, io capisco che tu sia triste di esser già qui a lavorare, capisco che questo che faccia piangere pioggia copiosa, ma io avevo ben quattro giorni di ferie, e le previsioni meteo mi annunciano tempeste tropicali e uragani. Volevo andare al mare, volevo fare un picnic sui colli bolognesi, volevo andare a correre per la prova costume, e invece piove come se fosse novembre. Ma dimmi, lo fai apposta? Perché proprio l’altro ieri ho preso il sole in canottiera, e con i jeans stavo morendo dal caldo. Proprio l’altro ieri sono andata a lezione senza felpe nè giacche, e ho perfino chiesto di spalancare tutte le finestre dell’aula. Proprio l’altro ieri ho camminato lungo il percorso vita con il sole battente sullo zenit del mio cranio, e ho sudato come fosse pieno agosto. Oggi piove, e fa pure freddo. Maggio insensibile ed egoista, che fai piovere sulla corsa in bici, sulla festa della birra ai giardini Margherita, sul concerto in piazza Maggiore, e su tutti i miei buoni propositi per cazzeggiare respirando aria buona. Sarò costretta a cazzeggiare con i libri di matematica e di diritto davanti, i miei sensi di colpa esploderanno, andrò in cucina a mangiare per non vederli, la prova costume fallirà, e per disperazione uscirò sotto la pioggia beccandomi il raffreddore. Il che è sempre meglio che arrendermi ai libri e addormentarmi sulle loro pagine.

Maggio, cominci male.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...