L’esame di matematica applicata all’economia

Devo ancora comprendere cosa ci sia di applicato all’economia in questa materia. In realtà devo ancora comprendere tante cose, di questa materia. A partire dalla professoressa, che tutti immaginavano carina e disponibile, magrolina e indifesa, mentre la sua anima indiavolata si è rivelata di giorno in giorno di più, crescendo esponenzialmente di dimensioni. Partendo dal presupposto che matematica non sia semplice, e che questo tipo di matematica sia tutt’altro che comprensibile, a lezione c’è sempre stato un certo brusio di sottofondo poco tollerabile. Ma la professoressa ha sempre spiegato alla velocità della luce, cambiando le slide sulla lavagna ogni quaranta secondi, senza darci il tempo nemmeno per copiare, e domandandoci se fosse tutto chiaro senza preoccuparsi della risposta. Ricordo che un ragazzo una volta le fece una domanda, e lei partì in quarta con tono rabbioso, gridando che quello non era parte del programma di sua competenza, che avrebbe già dovuto saperlo, che era un caprone, che tutti eravamo dei caproni. C’è da dire che nonostante tutto ci è venuta incontro, con le prove in itinere alla fine di ogni argomento, per darci qualche punto in più all’esame. Sarebbe solo da ringraziare, per questo. Ma durante l’ultima lezione, l’ultimo giorno prima di Pasqua, si è raggiunto l’apice della follia e dell’anarchia. Le nostre prove in itinere giacevano sulla cattedra, dal valore di due punti ciascuna. La lezione sarebbe finita a breve, dopo circa dieci minuti. E il solito brusio è stato spezzato dalla professoressa, che si è alzata in piedi con le unghie piantate nella cattedra, ha staccato con violenza i cavi del computer, ci ha accusati di essere infantili, ignoranti, disturbatori, e chi più ne ha più ne metta, ci ha minacciati di non caricare online il materiale di lavoro, ed è uscita dalla porta lasciando i nostri compiti desolati sulla cattedra. Un fragoroso e incivile applauso ha accompagnato il suo teatrale abbandono della scena. E con ciò abbiamo forse compromesso l’esito di duecentoventi esami. Certo, con le nostre colpe, con le nostre responsabilità, ma è verificato che quasi nessuno ha mai capito niente delle lezioni. Matematica è sempre stato il mio punto debole, ho preso ripetizioni per quasi due anni, riuscendo miracolosamente a superare la seconda prova di maturità, ma qui è diverso. Qui nessuno sa cosa ci aspetta, nessuno ha in mano qualche vecchia simulazione, qualche vecchio testo d’esame, nessuno ha idea di come siano gli esercizi, o di come molti si risolvano. Non abbiamo nemmeno avuto lezioni con l’esercitatore, fatta eccezione per due ore in extremis in cui ha cercato di recuperare la parte di programma perduto. Non so come andrà questo esame. E’ la prima volta in cui mi sento insicura, perché so che avrei potuto fare di più, che quando mi innervosisco vince il rifiuto, e vorrei lanciare i libri fuori dalla finestra, so che siamo stati tutti un po’ irrispettosi, ma ho ancora la speranza che la professoressa ci perdoni. E’ un caos. Immaginavo che matematica sarebbe presto divenuta un caos. Non immaginavo fino a questo punto. E’ un programma tutto nuovo, sono argomenti mai visti prima, e gli esercizi verteranno probabilmente su temi economici: non ho ancora la logica adatta, non si può imparare in una decina di giorni. Sono consapevole di pretendere un voto alto, forse anche troppo. E’ possibile che mi lascerò guidare dall’istinto, e se mi troverò in dubbio rischierò di ridarlo a luglio. Ma per adesso ho riempito le mie giornate di soli esercizi, calcoli, problemi, grafici di coniche, successioni, integrali, e piani a tre dimensioni. Che schifo!

7 commenti Aggiungi il tuo

  1. Matematica ed economia? Sono sempre stata convinta che andassero a braccetto! Non conoscete ragazzi più grandi che possano darvi qualche consiglio? Nessuno che rivende appunti?

    1. ehipenny ha detto:

      Purtroppo la prof è stata uno scoglio duro, penso dovrò ridare l’esame a luglio… a braccetto sì, se applicata davvero! Ma le spiegazioni sono stata matematica pura…

      1. Un abbraccio ed un in bocca al lupo!
        Io ho fisica lunedì 😂

      2. ehipenny ha detto:

        Auguri! Mi sa che tu in quanto a difficoltà sei messa peggio di me 😅

      3. Grazie!
        La mia facoltà non è semplice, ma molto fa la testa

      4. ehipenny ha detto:

        Sicuramente, e l’interesse 😊

    2. ehipenny ha detto:

      In aggiunta, i ragazzi più grandi chiedevano aiuto a noi 😅

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...