Tag My world award

Ho rubato a fulvialuna un Tag che nella sua semplicità mi ha incuriosita, perché da un po’ non rispondo a qualche domanda impertinente sulla mia vita. Così, eccoci qui, nell’ennesima intervista in cui sarò completamente sincera e molto poco inventiva.

Devo ricordare le regole, come è giusto che sia:

Ringraziare la persona che ti ha scelto e linkare il suo blog.
Rispondere alle 10 domande.
Passare il testimone ad altri 10 colleghi e metterli al corrente del premio.

Domande:

Un ricordo improvviso che riaffiora nella tua mente.
Ogni tanto rivedo un’immagine, di me ancora bambina sulle gambe di mia madre, abbracciate come un solo corpo: era il momento della cena in cui discutevo per non mangiare la frutta, e allora lei mi comprava le composte ai mirtilli, o alla pesca, e mi imboccava con il cucchiaino. Era il nostro piccolo momento di intimità, e ricordo che una volta rimasi lì, a farmi coccolare, con la testa appoggiata sulla sua spalla.

Ricordo anche di mio padre, tutto un altro momento, un’altra ambientazione, e del resto è con lui che ho sempre trovato un compagno di giochi e un amico: mi aveva da poco regalato una macchinina radiocomandata, ed è stato lui ad insegnarmi a guidarla, aspettandola in ginocchio in fondo al corridoio. Mi è tornato in mente da quando ho preso la patente, e come aspettando quella stessa macchinina, mi ha insegnato a guidare un’auto, vera.

Un complimento che hai particolarmente apprezzato in vita tua.
Più di uno, sicuramente. Sono sensibile ai complimenti, specialmente quelli degli amici, quelli spontanei di chi non mi conosce da quando sono nata. Forse l’ho anche già scritto, ma quella che oggi è per me un’amica speciale, rispose a una mia dedica che le avevo inviato: “Sei veramente una gran persona Gio, di tutte le persone che ho incontrato tu sei quella che veramente ha fatto la differenza. Con te è tutto diverso“. Io mi sciolgo quando qualcuno mi accarezza l’anima, anche se la prima a cominciare ero stata io.

La cosa più improponibile e divertente che hai fatto da ubriaco.
Non mi sono mai ubriacata. In compenso ho fatto parecchie cose improponibili da sobria, prime tra tutte ridere in faccia al cameriere durante l’ordinazione, insultare un negozio avendo dietro la commessa e scappare di corsa, lanciarmi giù da una pista rossa con gli sci dopo un’ora sola di lezione a spazzaneve, imbucarmi con gli amici nella vasca idromassaggio dell’albergo alle due di notte e senza pagare, suonare a una macchina per salutare pensando che fosse un’amica, per poi rendermi conto di aver appena fatto inca**are una signora. Devo continuare?

La scala di priorità che ti sei dato e sulla quale basi la tua vita.
Forse non sono ancora del tutto chiare nemmeno a me, ho una serie di valori a cui do sempre la precedenza, il rispetto, per me e per gli altri, l’onestà, con me e con gli altri, l’impegno per raggiungere ciò che voglio, perché so che poco o niente ha le gambe per venire da noi, e poi la passione per ciò che faccio, perché non vorrei mai trovarmi chiusa in una persona che non mi rispecchia più,. Valori incasinati e talvolta sfuggenti, che ho raccolto strada facendo lungo la via.

Il tuo senso preferito.
La vista. Perché con gli occhi puoi leggere, emozionarti delle parole, ammirare le calligrafie, con gli occhi puoi vedere i colori, le sfumature del cielo e della terra, i paesaggi che si disperdono all’orizzonte, con gli occhi puoi scrutare i volti delle persone, i loro corpi, le reazioni nervose mentre ti parlano, come i giochi innocenti con gli anelli o i capelli, con gli occhi puoi parlare ad altri occhi, in totale e pura sincerità.

Una parola preferita.
Sogno. Sognare. Che è tutto, durante il giorno e durante la notte.

Un sogno nel cassetto.
Egoisticamente parlando, essere felice. Sono ancora giovane, con tutta una vita da costruire, nonostante forse le fondamenta più profonde siano già state gettate. Il mio sogno è semplice, e non richiede fronzoli, vincite milionarie, ville con piscine, il mio sogno vede una me realizzata, con un lavoro che mi piace, con le mie passioni coltivate, con le persone che amo e che amerò al mio fianco, in una vita normale con qualche sorpresa ogni tanto, qualche viaggio per staccare un po’ la spina, e tante carezze, coccole, cioccolato, chiacchiere, fiori, e amore.

Parlando per il mondo, copio spudoratamente fulvialuna: la pace nel mondo. Lo dicono tutti a sproposito, quindi so che sarà difficile da credere. Ma ho detto che sarei stata sincera e lo sto facendo.

La cosa che più vi annoia di una persona.
La disonestà, la falsità, quella pessima abitudine che alcune persone hanno, di deludere chi invece si fidava. Mi annoia, perché spesso continuano ad ostentare affetto, e dietro le spalle ti affettano come prosciutto. E tu ascolti, annuisci, sorridi, mentre in cuor tuo sai benissimo che è un equilibrio precario, che esiste soltanto perché nessuno ha il coraggio di chiudere definitivamente la porta. In un certo senso, mi annoio anche da sola.

Un’espressione dialettale divertente.

[Traduzione brutale: sei simpatica come un gatto attaccato ai maroni]

Anche se segnalo la pagina instagram “Il regaz di Bolo”, autrice per altro di gadget, magliette, felpe, cover, e ciappini vari, con frasi colte quale è la seguente:

[Traduzione: non serve]

Mi sono autonominata, vi invito ad avere la mia stessa sfacciataggine e, sempre che voi vogliate, a rispondere alle domande. Prego!

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. Antonella ha detto:

    Sei fantastica 😂

  2. Emozioni ha detto:

    Sei,sempre adorabile❤️

    1. ehipenny ha detto:

      Anche tu 😘

      1. Emozioni ha detto:

        ☺️💋

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.