Gesti eroici

C’è chi regala alla propria amata un fiore, un mazzo di rose, per San Valentino 

C’è chi organizza un viaggio a Parigi, e la porta con sè tenendola per mano

C’è chi compra un gioiello d’argento, e lo nasconde in una scatola tra i calzini, perché sia una sorpresa

C’è chi cucina per lei, e dipinge con la maionese un cuore, con il salmone la parola amore

C’è chi prenota al ristorante una cena, e sistema al centro del tavolo una candela, come il giorno in cui si sono conosciuti 

C’è chi scarica un film da guardare in televisione, il suo preferito, anche se nell’altro canale trasmettono gli Europei

C’è chi anche a mezzanotte sale in macchina e corre a prenderla dal lavoro, quando finisce tardi e ancora non ha cenato 

C’è chi a metà mattina le scrive un messaggio dolce, di quelli che sembrano preconfezionati, ma lei sa riconoscere il suo cuore

C’è chi non ha niente da offrire, e allora si finisce a passeggiare assieme, abbracciati contro il vento furente, innamorati

C’è chi si prepara la dichiarazione teatrale d’amore, in ginocchio sotto la sua finestra

C’è chi le dedica una canzone con la chitarra, e trova perfino il coraggio di cercarla, e suonare davanti a lei

C’è chi le scrive una lettera, come si faceva una volta, perché in un messaggio su WhatsApp le parole non bastano mai

C’è chi le chiede semplicemente di uscire per un caffè ed una sigaretta, ma io non fumo, e il caffè lo prendo solo macchiato

C’è chi appena può le compra un regalo, perché l’amore rende tutto un’occasione universale

C’è chi parla coi gesti, con le carezze sincere, con qualche coccola sul divano quando nessuno ha voglia di uscire

C’è chi sceglie di rinunciare agli eventi sensazionali, perché l’amore in una stanza rimbalza e torna indietro 

C’è chi sopravvive per amore, senza lasciarsi abbattere

C’è chi rinuncia ad una strada per amore, senza perdersi mai

C’è chi sulla strada si ferma per amore, e socchiude quel portone fino ad allora blindato 

Ci sono tanti eroi dell’amore, persone fiere delle proprie tasche gonfie, convinte che all’amore servano soldi e non parole

E poi ci sono io, che la vedo senza una matita, che smonto il mio portamine contando trenta bastoncini di grafite, ci sono io che per lei verso sul tavolo le mie risorse, e si finisce a ridere con le lacrime agli occhi, giocando con le mine ancora riverse sopra il tavolo, che sfuggono come molle appena sfiorate

Il mio gesto è stato questo: è stato aprire il mio portamine per lei, e farla ridere per ciò che sono, per quelle mie pagine quasi folli, per la persona che per lei sto cercando di essere

Vera

Ma non sono un eroe

16 commenti Aggiungi il tuo

  1. "Perseide" ha detto:

    Non entra nella mia ottica l’eroe… ma le mine le ho immaginate. Così come il tenero del tuo dire e i sorrisi che mi hai rubato …

    1. ehipenny ha detto:

      E mi fa piacere, era ciò che speravo! 😘

  2. Che dolce Penny 😍
    L’anno scorso ero fidanzata e lui non si fece neppure sentire per il buongiorno… Sto imparando a non aspettarmi nulla perché se deve succedere succede e che ogni mattina abbiamo una tela bianca da dipingere, una pagina da scrivere.
    Ho una cotta, la chiamo così perché non so come definirla. Stamattina io e le mie amiche, come da routine, eravamo dirette al bar, e me lo trovo davanti, occhi azzurri e capelli spettinati, una frazione di secondo che al solito mi manda in tilt, apre la porta, noi dietro, l’ha pure mantenuta aperta. Ad un mio gioioso “grazie” ha risposto “prego”.
    La solita ottimista e il ragazzo grande con i suoi doveri.
    Piccole gioie quotidiane, ogni giorno qualcosa.
    Stasera in famiglia e poi io e la mia Kitty davanti la tv.
    L’amore è in qualsiasi cosa, in diverse forme, c’è per tutti e non è poi così difficile da trovare.

    1. ehipenny ha detto:

      Hai detto bene, ogni giorno c’è una tela bianca da scrivere, se qualcosa deve succedere succede, io la penso così :))

      1. Mai forzare il destino, anche perché è impossibile cambiare le carte in tavola.

      2. ehipenny ha detto:

        Esattamente 😉

      3. Mi credi che ci ho provato, ma niente?

      4. ehipenny ha detto:

        Ci credo eccome, si tende a provarci, perché prima di capire dobbiamo sbatterci la testa contro.. 🙂

    1. ehipenny ha detto:

      Grazie di cuore! :))

  3. Neda ha detto:

    C’è chi va in ospedale a trovarlo, sperando che stia meglio e dimenticando questa festa che ha poco a che vedere con l’amore, ma molto con il commerciale, perché l’affetto è di tutti i giorni, non una sola volta l’anno.

    1. ehipenny ha detto:

      È così, l’affetto deve esserci sempre :))

      1. Neda ha detto:

        Ciao.
        Ti auguro un bel fine settimana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.