Ai fuorisede

Vi vedo, dopo mesi, di nuovo nella vostra stanza, circondati dalle attenzioni dei genitori, dagli inviti delle amiche, dai parenti che vi cercano dovunque. Vi vedo, felici e tristi, perché Bologna vi stava entrando nel cuore. Vi vedo, e mi domando quale sia oggi la vostra casa, perché nonostante tutto é stato breve ma intenso, perfino per me, che a Bologna ci vivo ma mi sento legata a voi con un filo indissolubile. Non so se i progetti di viaggiare, di continuare a vederci, verranno realizzati, ma per ora questa città sembra soltanto più vuota. Melodrammatica? Può essere. Ma avrei voluto salutare certe persone, e invece sono partite all’improvviso. Avrei voluto poter trattenere altre persone con me, ma non si può. É Natale. E vi vedo, a casa vostra a festeggiare, dimenticando per un giorno questa Bologna, illuminata a festa, che l’ultima sera abbiamo guardato dall’alto dei colli. Vi vedo più felici che tristi, perché la malinconia delle stazioni finisce in fretta, nell’abbraccio di mamma o dei migliori amici. Eppure io rimango qui, e sembra tutto strano. Abituata a vedervi sempre, ad avervi come certezza quotidiana, anche se a volte nei weekend era una corsa per tornare un poco a casa, io lo sapevo: non avrei fatto in tempo a sentire la vostra mancanza. Oggi è diverso. Oggi non c’è più nessuno, e fino all’otto di gennaio non ci sarà mai nessuno di voi. É strano da dire, da pensare, ed anche se vi conosco poco, mi mancherete. Sdolcinata? Può essere. Sono fatta così. Ho solo chiesto di poter uscire un’ultima volta con voi, per trascorrere le ultime ore tutti insieme, prima del Natale. L’ultimo abbraccio, il più sincero e forse il primo. Poi ho chiuso la portiera dell’auto, ed è stato come entrare in un mondo diverso, senza tutti voi fuorisede. Un po’ il mio mondo di prima, mezzo disabitato eppure buono e accogliente. Mi avete lasciata qui, a gestire una Bologna forse troppo grande per me, e già non vedo l’ora che qualcuno ritorni. Egoista? Può essere. Ma questo posto é diventata la vostra seconda, terza casa, e mentirei se dicessi che non me ne frega niente, perché non è così. L’ultima passeggiata con quella ragazza conosciuta da poco, durante gli esami, a cui ho chiesto di salutarci prima che arrivi Natale, é stato così strano… guardava, e diceva che le sarebbe mancato stare qui. Io non lo so cosa si prova, non è questo il mio mondo universitario, il mio mondo è a casa, nella mia stanza, con i miei genitori ogni sera per cena. Forse mi piacerebbe poter guardare con quegli occhi Bologna. Ma per adesso sento il vuoto farsi strada, e quelle luci di Natale che pare stiano dicendo addio a chi parte con le valige. Vi voglio bene. Anche se non vi conosco nemmeno del tutto. Anche se non ho ancora capito di quali promesse sia giusto fidarsi. Anche se i chilometri a separare le terre sono aumentati, come un muro costruito lungo il confine, ed un buco per potersi guardare, parlare. Per chi mi chiama, io ci sono e ci sarò sempre. Che sia da Perugia, da Trento, da Fano, da Cosenza. E tornate presto, perché c’è ancora tanto che vorrei farvi scoprire.

8 commenti Aggiungi il tuo

  1. etiliyle ha detto:

    anche se di un’altra città, delle persone che vediamo tutti i giorni un po’ ci si affeziona

    1. ehipenny ha detto:

      È così, anzi forse si instaura un legame diverso dagli altri, profondo a modo suo :))

  2. Il barman tatuato natalizio ha detto:

    Anch’io vedo la Penny 😀

  3. Neogrigio ha detto:

    e io da solo qui a varsavia…..

    1. ehipenny ha detto:

      Fuorisede fuoriitalia 😯

  4. kikkakonekka ha detto:

    Io avevo la morosa che era una fuorisede.
    Molto positivo il fatto che avesse una camera in affitto tutta sua.
    E se si fermava a Padova nel weekend la casa era praticamente tutta nostra.
    Bei tempi!

    1. ehipenny ha detto:

      Che bellezza! Io per ora ho conosciuto ragazze fuorisede e ragazzi bolognesi, c’è uno spartiacque 😂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.