Domanda della settimana

il

Com’è l’albero di Natale della vostra citta?

Sede fissa in Piazza del Nettuno, a Bologna. Alto, ciccione, verdeggiante. É comparso verso fine novembre all’improvviso, un’apparizione dal finestrino dell’autobus, appena pochi secondi dopo una curva a novanta gradi. Ancora era un albero qualsiasi, strappato alla sua terra, e piantato come un colosso minaccioso sullo stesso pavimento della Fontana, in ristrutturazione. Era bello, allora. Poi ad ogni ramo hanno appeso delle abnormi palle di plastica colorate, dei cavi di lucine spessi come quelli dei filobus, e un recinto da fattoria tutto attorno. È diventato abbastanza brutto. Forse non abbastanza da non essere guardato, in fondo anch’io, bolognese da una vita, mi fermo alla sua ombra e fisso in alto, immaginando che il mio misero alberello di casa un giorno cresca, e finisca, adorato, in una piazza. Peccato che sia sintetico. L’albero di Natale quest’anno è dritto, o così mi è parso dall’inizio della sua permanenza. Lo scorso anno pendeva pericolosamente da un lato, con un evidente buco, una specie di stempiatura dei rami. Tralasciando, tra le altre cose, la forma di preservativo sgonfio, avvolto da tubi bianchi circolari. Quest’anno è solido, forte. Illuminato, forse è riuscito ad essere un po’ magico. Nella notte brilla, nascondendo le abnormi palle colorate, si staglia massiccio come un masso di Stonehenge, facendoti sentire inevitabilmente piccolo, ma l’atmosfera che nel contempo emana, calda, profumata, allegra, luccica come una stella che ti spinge a guardare verso l’alto. Provo sentimenti contrastanti verso quest’albero. Odi et amo. Resta solo il fatto che una sera volevamo una foto, ed una signora per gentilezza ci ha chiesto: “L’albero lo volete tutto?”

È rimasta talmente incantata, sotto il colosso natalizio illuminato, che forse non ci ha nemmeno visti. Eppure la foto é bellissima. E l’albero, sembra quasi un’opera d’Arte. Possibile? È Natale, e di fermare di notte un’altra persona, per una semplice foto, non ne avevamo voglia. È Natale, e l’albero nella Piazza è quella certezza che ogni anno compare senza alcun tipo di preavviso, e subito immagini le invenzioni anti-estetiche che il Comune proporrà, subito speri che almeno la notte possa nascondere gli angoli storti, da smussare, di un abete sbilenco. Ma é magico, perché magico è il Natale, le strade illuminate in festa, le stelle, le corone, i fili colorati, le vetrine tinteggiate di rosso. Sembra di vivere nel miglior presepe, in attesa che il Miracolo accada. E nel frattempo un negozietto chiuso ha allestito la sua bacheca: una giostra, la seggiovia, una casetta con il camino, tutto in movimento, come un gioiello prezioso.

Ho divagato.

E nelle vostre città, com’è l’albero?

10 commenti Aggiungi il tuo

  1. kikkakonekka ha detto:

    A Padova è carino ma nulla di speciale, la gente lo guarda con simpatia, ma non ho visto molti farsi la foto accanto.

    1. ehipenny ha detto:

      Sarà tradizione emiliana 😁

  2. loredana ha detto:

    Alto, slanciato, bello, con il giusto numero di ornamenti, ma la vera attrazione è il Mercatino, del quale l’abete è solo un complemento.

    1. ehipenny ha detto:

      Ah i mercatini, mi mettono allegria 😀

  3. vali001sidewinder ha detto:

    È bellissimo il vostro *~*

    1. vali001sidewinder ha detto:

      Qui a Taranto è carino,il solito albero fatti di lucette,questi sono i nostri standard 😉

      1. ehipenny ha detto:

        L’importante è che crei atmosfera :))

  4. fulvialuna1 ha detto:

    No comment…tutto orribile!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.