Dialogando in casa

Mamma, giovedì sera c’è una festa, posso andarci?

Che festa è?

Resto vaga: la festa delle matricole di economia

Sensi di colpa immotivati

Lo so che venerdì ho lezione alle otto, torno presto

Presto quando?

Ci provo: All’una?

C’è un margine di mezz’ora che posso sfruttare con “c’è fila al guardaroba”

Va bene

Sta elaborando i dati

Ma chi viene?

Emilia e Sofia, le ragazze dell’università

Va bene

Sta ancora elaborando i dati

Il giorno dopo

Mamma, ceno a casa di Emilia e poi vado alla festa, ma torno presto, all’una verrà Babbo con la moto

Ma ho già scongelato le bistecche!

Eh lo so, le mangerò domani

Ma mangi tardi!

Sopravviveró

Fai la merenda

Non ho fame

Però non esci più di giovedì sera.

Aspettavo la formula magica

No, ho detto solo questa sera, la prossima volta organizzo di venerdì o di sabato

Perché di giovedì c’è x factor, io poi come faccio a vederlo?

Lo registro, mamma, lo vediamo domani

Ma dopo sei stanca, e poi stasera non c’è nient’altro da vedere

C’è Un posto al sole

Ma poi finisce

Un’ora dopo

Ecco, c’è mio padre!

Non voglio che esca di giovedì! Domani ha lezione!

Mamii, ha diciannove anni, ma che dico, ancora per poco diciotto… è giusto che esca

Ma non mi piace che esca durante la settimana!

Una volta si può fare, sai quante volte l’ho fatto io ai miei tempi

Ti voglio bene, papà

Sta crescendo, non sei contenta che sia grande?

Certo che sono contenta

Anch’io. E se per voi è strano, non sapete quanto strano sia per me sentirmi così enorme rispetto a pochi mesi fa.

Un’altra ora dopo

Io esco, mamma!

Va bene. Bacino

Bacino

All’una di notte

Entro in casa senza fare rumore, ma lo so, mia madre sarà sveglia, da ore a fissare il soffitto della stanza, pronta a controllare che io sia viva. Arriverà in salotto, con gli occhi assonnati e mezzi chiusi, mi guarderà nella penombra, e non appena parlerò con un sorriso, tornerà a dormire, finalmente serena. Le mamme. Come puoi fare? Come possono stare tranquille? Come possono non starci male quando vedono i propri figli crescere? Uscire la sera? Conoscere persone che nella sua mente sono soltanto nomi confusi? E se a me sembra ieri che iniziavo il liceo, cosa può sembrare a lei il giorno in cui sono nata? Le rimprovero una mancanza di libertà che in fondo, no, non è vera: sono grande ma un poco ancora ingenua, ed anche se non lo ammetto, ho bisogno di questo. Ho bisogno della mamma che mi aspetti a casa, e del mio babbo che venga in moto a prendermi alla festa. La famiglia non smette mai di essere tale.

24 commenti Aggiungi il tuo

  1. Vittorio Tatti ha detto:

    Qua puoi essere sincera: sei andata a un rave party?

    1. ehipenny ha detto:

      No, lo giuro 😊 Era davvero la festa delle matricole, poi siamo finite in un’altra discoteca ma é un’altra storia hahaha!

  2. Vittorio ha detto:

    dal canto loro, come genitori, hanno bisogno di stare tranquilli e mantenere la fiducia che hanno in te
    mia mamma ancora adesso mi dice fai attenzione quando le dico che vado da qualche parte 🙂

    1. ehipenny ha detto:

      Allora penso che non si interromperà mai 😁 Ma in qualche modo fa piacere, certo da figlia devo fare uno sforzo per capirlo, soprattutto certe volte… 🙂

      1. Vittorio ha detto:

        Ed è normale. Se un giorno sarai mamma capirai l’altro lato della medaglia

      2. ehipenny ha detto:

        Lo spero :))

      3. Vittorio ha detto:

        Certo. 😊

  3. Paroledipaola ha detto:

    Capisco tua mamma…..Io ne ho tre e non sai quante ore resto sveglia ad aspettarli…..i genitori fanno questo.❤

    1. ehipenny ha detto:

      È questa la prospettiva che io cerco di vedere e che tu mi scrivi così, piena di dolcezza ❤

  4. "Perseide" ha detto:

    Ai genitori bisognerebbe rammentare che pure loro son cresciuti. 🙏

    1. ehipenny ha detto:

      É vero, pare che a volte venga dimenticato… o forse semplicemente i figli vengono prima di loro stessi 😉

  5. Erik ha detto:

    quando ero figlio non capivo, trovavo la preoccupazione assurda, ora son padre, i miei figli sono ancora piccoli e non ho questi problemi, ma sento già di capire a perfezione le ragioni dei genitori… si deve crescere, anche come genitori… 🙂

    1. ehipenny ha detto:

      Io certo di capire, mi sforzo di farlo, perché ci tengo… ma a volte è così difficile… È vero che anche da genitori si cresce, insieme ai figli si deve cambiare modo di rapportarsi con loro, fa parte del percorso, e spero un giorno di intraprenderlo anch’io :))

      1. Erik ha detto:

        È difficile perché nella tua vita manca il veder crescere un esserino/a che per qualche anno dipende completamente da te… difficile… direi impossibile…

      2. ehipenny ha detto:

        Innegabile :))

  6. Emozioni ha detto:

    Sei meravigliosa perchè riesci a vedere anche da un’altra prospettiva.
    Quella genitoriale.
    Molto rara, in una figlia della tua età .
    Sei molto matura, mia cara Penny❤️

    1. ehipenny ha detto:

      Ma grazie! ❤ Io ci provo, del resto mica sempre ci riesco… Con mia madre quante volte non ci siamo capite…

  7. ACWRyan ha detto:

    Una grande verità espressa in modo sincero e semplice. Io ho appena cominciato il mio percorso di laurea magistrale in antropologia culturale. La triennale l’ho fatta in filosofia, e in tutti questi anni ho perso di vista forse questa bellezza della famiglia (forse anche perché studio fuori sede) e anche quella di dire le cose in modo semplice, a chi teniamo davvero. Troppa introspezione… troppe difficoltà quando è tutto qui… di fronte. È bello che tu sappia essere così presente di fronte ai tuoi familiari, grazie per aver condiviso questa storia!

    1. ehipenny ha detto:

      Grazie di cuore! Ho conosciuto tanti fuorisede, chi più e chi meno legato alla famiglia… penso sia un tassello importante della nostra vita, ma ad un certo punto non dovrebbe essere un vincolo… è normale allontanarsi, che sia trasferendosi per studiare o che sia cambiando abitudini a casa… è difficile in modo diverso, per entrambi… ma è un allontanamento che non divide, anzi dovrebbe rendere ogni momento più importante e da vivere :))

    2. ehipenny ha detto:

      Dimenticavo, un grazie a te per il commento! In realtà non sono sempre così presente, tante volte mi chiudo a riccio, e racconto poco… Unito al fatto che sono timida, i miei genitori mi vogliono bene a prescindere, prima di tutto 😉

  8. fulvialuna1 ha detto:

    Io aspetto sempre la mia ragazza, anche se più di mezzanotte non fa…è dormigliona 😀

    1. ehipenny ha detto:

      Il mio massimo è stato le due, ma dopo lunghe contrattazioni 😁

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.