Bella, France’!

A Bologna arriva il papa. E la Mille miglia. Il ’69 ha avuto l’autunno caldo, noi di caldo abbiamo il weekend. E i genitali. In comune l’amministrazione ha fatto un balzo sulla sedia, portandosi dietro la sedia e sfondando il controsoffitto. Urgente! Bisogna intervenire!

Provvedimento n°1: esercito attorno alla papamobile, alla folle velocità dei sette chilometri orari, con mitragliatrici cariche e pistoline mortali, fumogeni, spry al peperoncino, scudi di piombo presi in prestito al museo romano, e formazione a testuggine. La papamobile neanche si vede. Il papa sembra fluttuare sui reduci armati della Libia.

Provvedimento n°2: strade chiuse al traffico. Logico. TUTTE le strade chiuse al traffico, perché il papa in due giorni fa il giro delle dodici porte, dei giardini, delle piazze, poi tre messe, un tour in periferia, la visita ai migranti, ai malati, al carcere, agli eretici, ai morti in Paradiso, ai cani, infine un salto alla Mille miglia in bicicletta, una corsetta al santuario di San Luca, e un rosario sotto Padre Pio. E fu così che le auto furono bandite, i motorini non ne parliamo, gli autobus deviati su Plutone, i taxi costretti alle ferie forzate, le sedie a rotelle elettriche fuori legge. Emissioni zero per tre giorni, ventiquattr’ore su ventiquattro.

Provvedimento n°3: proibito parcheggiare, pena la demolizione immediata dei veicoli tramite carro armato cingolato. Proibita la sosta anche lungo i primi 50 metri di tutte le stradine laterali, perché il papa possa ammirare le curve a gomito nel pieno splendore.

Provvedimento n°4: i bidoni della spazzatura sono stati risucchiati dalle pulizie di primavera. É come se fosse passata la Suocera con scopa e paletta e avesse rivoluzionato l’ordine cittadino. Nulla è più al suo posto. E i cumuli di avanzi secchi, fazzoletti usati e bucce di banana giacciono sul balcone, in stato avanzato di decomposizione. Qualcuno ha osservato un aumento della densità abitativa delle formiche.

Provvedimento n°5: le rastrelliere delle biciclette sono state polverizzate. Anche i catorci del secolo scorso. Anche gli scheletri mutilati, senza una ruota, un sellino, il manubrio. Anche laddove rimaneva soltanto il telaio. Anche i monocicli. I tricicli di plastica. I monopattini. Ciò ha richiesto la mobilitazione intensiva dei fabbri, per scardinare i secolari lucchetti di ottone a prova di ladro.

Provvedimento n°6: negozi chiusi, serrande saldate a caldo, tavolini e sedie da sotterrare al cimitero, dehors da recintare con muretti di cemento armato e filo spinato tedesco. Guai a farsi vedere sul posto di lavoro, guai ad azzardare una scritta “saldi” il giorno uno di ottobre. Si rischia l’arresto precauzionale.

Provvedimento n°7: parla il sindaco “Ordino a chi di dovere di versare asfalto nei buchi e nei crateri delle strade, chiunque sia possibilitato a farlo è pregato di versare in pentola il catrame e con mestolo o cucchiaio grande scendere tra le vie. Trattasi di opera buona, perché il papa potrebbe avere mal di schiena ed ogni sobbalzo potrebbe essere fatale”.

Provvedimento n°7 bis: “Ordino a pensionati, giardinieri, botanici, vegetariani e vegani, animalisti e verduristi, studenti di agraria, contadini e frati di adoperarsi per il decoro dei parchi: raccogliere foglie, cartacce, sigarette, gomme da masticare solidificate, fontane rotte dell’ottocento, cestini della spazzatura di piombo e panchine di proprietà. Grazie”.

Provvedimento n°8: si dispone, oltre la chiusura delle strade urbane, la serrata delle uscite 11 e 11 bis della tangenziale, con lo scopo ultimo ma non soltanto ultimo di bloccare i residui di traffico fuori dalla città. Il papa non dovrà respirare una sola particella di smog. Non dovrà vedere nemmeno l’ombra di uno specchietto retrovisore, un tergicristallo, una ruota gommata.

Provvedimento n°9: malati, state a casa. Codici rossi, in fila. Malati terminali, è giunta la vostra ora. Feriti sulla strada, ve la fate a piedi. Nonni e nonne caduti in casa, dormite sul pavimento che fa bene alla colonna vertebrale. Le ambulanze compiranno un tragitto alternativo, passando da Modena, tracciando un pentagono aperto con angoli di settanta gradi, e alla velocità innocua dei trenta chilometri orari causa inquinamento acustico. Sirene bandite.

Provvedimento n°9 bis: la polizia cesserà di preoccuparsi di furti, evasioni, cibo ai prigionieri, molestatori, ubriachi, spacciatori, o ricercati dall’Europa. I soli osservati speciali saranno i musulmani, e gli uomini con la barba.

Provvedimento n°9 tris: i mezzi di emergenza non usciranno dai garage. La risoluzione di perdite d’acqua, cortocircuiti, incendi e incidenti che non siano collocati nel raggio di visione del papa sarà rimandata a data da destinarsi.

Provvedimento n°10: in cielo si osserverà la presenza di tre droni, tre grandi fratelli che guardano, con vista quindici decimi, un ronzio da calabrone furioso, e l’aspetto di una libellula. Tutto il traffico aereo sarà sospeso. Anche i pochi voli salvati da Ryanair.

Io guarderò il papa passare. Lo vedo dalla finestra di cucina. Segno della croce. E che Dio ci protegga. Più di questo, il comune non poteva fare.

E bella, France’, te posso ufrir un turtlèn?

17 commenti Aggiungi il tuo

  1. SegnaLibro ha detto:

    Manca solo un trasnformer benedetto che spari eucarestie infuocate per abbattere tutti gli eretici nel giro di 50 km ed il gioco è fatto.🤔

    1. ehipenny ha detto:

      Hahahaha! Non sai quanto ho riso 😂

  2. il trionfo della …. (aggiungi tu il ‘termine’ che trovi più idoneo …)

    😦

    buona domenica 🙂

    1. ehipenny ha detto:

      Amministrazione-modalità-Raggi, mi verrebbe da dire, ma forse avrebbe fatto di peggio… il trionfo della paura?, ma non voglio metterlo nero su bianco… quindi rimango sul trionfo della fede, per chi crede, e del tortellino, per me :))

      1. No, non direi proprio …

        Nulla da dire sull’ottimo tortellino ma io non ho ancora capito adesso il tenore dei vari provvedimenti: sono ironici oppure no ?
        In qualsiasi caso io intendevo il trionfo della demagogia, dell’ipocrisia e della tendenza italica di nascondere la polvere sotto il tappeto (occhio non vede …).

        E non capisco neppure l’accostamento con la Raggi …

        Al netto di qualche piccolissimo errore sta facendo molto più di chi l’ha preceduta e molto meglio ma ovviamente questo i media non lo dicono (ci tengono ai soldi che lo Stato regala loro 😉 );

        Prova solo a pensare questo :
        Tu avevi mai sentito nominare l’Oref ?
        (L’Organo di Revisione Economico-Finanziaria è un organo statutario dell’Assemblea Capitolina) Non ti viene da domandarti dove fosse l’Oref durante le amministrazioni di Mafia Capitale che ha creato un debito mostruoso, non ti viene da chiederti perché sui giornali non se ne parlava (addirittura in prima pagina)?
        E perché non ha la stessa grande visibilità sui media questa piccola notizia : “la presidente dell’Oref è indagata a Rieti per reati pesanti come la bancarotta fraudolenta. Non si vuole pensar male ma il sospetto che l’Oref approfitti del suo compito per fare politica è legittimo.” (fonte Ansa.it)

        altri Sindaci sono molto peggio (e per non far nomi dico Sala di Milano) ed hanno guai più grossi ma sulle prime pagine non ci sono finiti …
        in compenso su molte prime pagine finiscono foto di anni passati o di altre città che riguardano buche e cassonetti ricolmi.

        Sul Papa avrei molte cose da dire ma per restare nel tema ipocrisia ti ricordo solo l’allontanamento dei clochard dal Vaticano ed i discorsi contro l’accumulo della ricchezza fatto da chi ha in casa una delle più grandi e ricche banche del mondo e un numero spropositato di proprietà immobiliari (esentasse).

        Il vero Papa ‘rivoluzionario’ non è certamente questo, ma è quello che “casualmente, la Provvidenza” ha fatto fuori dopo soli 33 giorni …
        (informati su cosa dichiarò che avrebbe voluto fare durante il suo pontificato …)

        Scusami per la ‘franchezza’ e la lunghezza del commento.

        ciao 🙂

      2. ehipenny ha detto:

        Non devi scusarti anzi… sai certamente più cose di me, e davanti a questo faccio un passo indietro… i provvedimenti sono stati presi, io li ho interpretati in maniera ironica per riderci su, ma sono d’accordo è nascondere la polvere sotto il tappeto…
        Per la Raggi, mi sono fermata alle apparenze, alle prime pagine dei giornali ecco, e ritiro il paragone del primo commento, approfondirò meglio..
        il papa che sia “rivoluzionario” é una parola grossa, a me piace, per certe cose che dice, per come si pone con gli altri, ma per cambiare la Chiesa ci vuole ben altro per me…
        Scusa tu se non sono stata chiara prima 🙂

  3. kikkakonekka ha detto:

    Provvedimento n° 11: sono vietate le parolacce ed ogni forma di blasfemia che in terra Bolognese mi dicono abbiano una certa frequenza.

    1. ehipenny ha detto:

      Socmel, è arrivata notizia?? 😎😂

      1. kikkakonekka ha detto:

        Eh, sapessi.

  4. ah, già Penny, stamattina era da me…..faceva freddo e piovigginava, così mi sono guardata l’evento alla tv…..poi è risalito sull’elicottero ed è volato da voi 🙂

    1. ehipenny ha detto:

      Ed è già ripartito, toccata e fuga rapidissima, l’ho solo visto sfrecciare sull’auto 😀

  5. m&m ha detto:

    quindi…anche tu di Bologna?

    1. ehipenny ha detto:

      Eh già! Piacere, compaesana, o compaesano 🙂

      1. m&m ha detto:

        “compaesana”… ora abito sull’Appennino ma ho vissuto fino a 30 anni a Casalecchio

      2. ehipenny ha detto:

        Incredibile, che luoghi familiari 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...