Apro il mio diario #8

E’ difficile ammettere di essere felici, è strano, come un accordo un po’ stonato, perché sono tutti sempre pronti a lamentarsi, a mortificare il mondo per tutti quei suoi errori, tutti bravissimi oratori quando si tratta di reclamare, di gridare, di piangere sul passato, e nessuno mai che ti guardi negli occhi e ti dica “Oggi sono felice”. Siamo una generazione triste. E dovremmo imparare da chi indossa la felicità come un vestito nuovo, e ti ringrazia per ogni singolo momento di piacere, dovremmo imparare, perché essere felici non sembri più un accordo un po’ stonato, ma un arcobaleno. Dovremmo imparare a gioire davanti a chi ci fa stare bene, e abbandonare in un angolo gli animi più neri, perché forse non c’è abbastanza tempo per addolorarsi del nulla.

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. alemarcotti ha detto:

    Verissimo. La penso anche io così😀

    1. ehipenny ha detto:

      Grande, grazie! :))

  2. fulvialuna1 ha detto:

    Anche nel nero più nero non ho mai rinunciato a dire che sono felice se lo ero. Ancora oggi lo faccio.

    1. ehipenny ha detto:

      E fai bene, fa bene a se stessi e agli altri :))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.