Telefonate fantasma

Il telefono suona e non risponde nessuno? State per mettervi a tavola ma il telefono comincia a trillare? Nel cuore della notte venite svegliati di soprassalto dal telefono di casa? Sono loro: i call Center. Attivi ventiquattr’ore su ventiquattro, dotati di minuziosissima precisione, burloni quanto basta per tenervi attaccati alla cornetta per il tempo sufficiente a far scuocere la pasta, ed estremamente, passatemi il termine, rompipalle.
Li riconosci appena accosti la cornetta all’orecchio, e senti quel tipico ronzio delle telefonate inutili, della commozione per la risposta, dei temporeggiatori russi che stanno cercando sul vocabolario come attaccare bottone. “Pronto?”, “Sì, pronto, buongiorno, la chiamo da”, ma tu stai già facendo partire i ‘fanculo a denti stretti, perché potevi lasciar suonare il telefono, ma se era una chiamata veramente importante? E arrivati a questo punto presumibilmente starete amabilmente chiacchierando con:
● Un operatore di Vodafone, Wind, Infostrada o che dir si voglia, l’uno vale l’altro, per le ultime offerte a SOLI sessantanove euro alla settimana di aggeggi e aggiornamenti inesistenti;
● Enel energia ucraina che vuole racimolare qualche soldo con le truffe;
● Testimoni di Geova nerd, invalidi o pigri che preferiscono fare tutto da casa;
● Distributori di volantini che per strada ti hanno sottratto con l’inganno il numero di telefono e ora sferrano il primo attacco;
● Agenzie immobiliari che cercano l’appartamento in vendita perduto;
● La nonna, l’unica che ancora non ha saputo dell’esistenza dei cellulari.

Per i primi cinque minuti la scansione delle espressioni facciali è sempre la stessa. Prima porti la mano ancora libera ai capelli, fai per diventare come Claudio Bisio, ma cerchi di calmarti. Ti butti in ginocchio sul pavimento, ti rialzi, ti arrabbi, urli senza emettere alcun suono (ci vuole tecnica), diventi rosso peperone, chiudi la telefonata. Un cortometraggio che è quasi un appuntamento giornaliero. Anche perché dall’altra parte sono quasi sempre stranieri, che c’hanno l’ansia di ricevere il telefono in faccia, e allora partono a parlare a manetta mangiandosi le ultime tre sillabe, e tu senti qualcosa tipo “Buong, sig, le vol prop i nuo in of a quar e set pe la tel”. Al che nella tua testa stai cercando di capire se si tratta di un’offerta, un’informazione o un messaggio SOS dei marziani. Esclusa quest’ultima, rispondi “No, grazie, non mi serve niente”. Ma mica si arrendono, sono come la De Filippi a C’è posta per te, la chiamata non si chiude finché dall’altra parte non hanno portato a casa un sì. “Posso chiedo di cosa gestione telefonia avete?”, “Guardi, siamo tutti Fastweb, tifiamo Valentino Rossi”. E qui comincia l’omelia per dirti che Fastweb fa schifo, che è lento, evasore fiscale, gestito dalla mafia cinese, in nero, che nasconde un traffico di armi per l’Isis, che son tutti incarcerati. Tu ascolti rassegnato, steso sul divano con la radio che continua a parlare sempre vicino al tuo orecchio, fin quando alla tua mano arriva ancora sangue. Provi a interrompere, “Sono a posto così, ci fidiamo di Valentino, veram…”. Niente. Non funziona. “Allora? Che dice? Si affida a noi? Le mandiamo la navicella spaziale allora. Entro tre giorni le arriverà la prima fattura, allafinediquestatelefonatailcontrattorisulteràautomaticamentefirmatoeleverrannoprelevatiseicentoeurotonditondi La ringrazio e arrivederci!”. Ecco perché bisogna essere scattanti, determinati, pronti e appena possibile ZAC un bel no e tasto rosso del telefono premuto per cinque minuti. I call Center sono come le zanzare tigri ad agosto: senza nessuna pietà. Telefonano con il solo scopo di martellarti gli organi sessuali fino all’esasperazione, fino a sottoscrivere un tal REGISTRO DELLE OPPOSIZIONI coreano contro le telefonate fantasma. E sapete cosa è successo? NULLA. Assolutamente nulla di diverso da prima. Quelli continuano a telefonare imperterriti ad ogni ora del giorno, mentre sei sul cesso, sotto la doccia, a tavola, in cantina, in soffitta, mentre sei al telefono con un’altra persona, mentre chiudi i tortellini, cuci un calzino, ti dai lo smalto, prenoti la vacanza sulla luna. È un continuo. E sarà sicuramente un continuo anche per loro, una chiamata dopo l’altra senza fermarsi mai. Sarà un po’ come giocare a m’ama o non m’ama? con le margherite, mi risponde o non mi risponde? m’ascolta o non m’ascolta? mi manda a ‘fanculo o non mi manda a ‘fanculo? Personalmente, io il telefono lo lascio suonare senza dargli speranza di risposta.

23 commenti Aggiungi il tuo

  1. GengisJokerKhan ha detto:

    Il fantasma della Penny 😀

    1. ehipenny ha detto:

      Che chiama dai Call center 😂

      1. GengisJokerKhan ha detto:

        Penny center o Call Penny 😀

      2. ehipenny ha detto:

        Call penny suona più come cartellone pubblicitario 😆

  2. alemarcotti ha detto:

    😁😁😁😁😁

    1. ehipenny ha detto:

      Felice di aver divertito! 😅

  3. Fabio Agnelli ha detto:

    Sul cellulare/tab/IPhone/Microonde, scaricati una app che si chiama “Truecaller”. Identifica i numeri che ti chiamano senza che tu li conosca. E…sì, anche molti cellulari. Così capisci chi sia, li blocchi e via! Verso notti meno tormentate. O toilette meno movimentate. 🙂

    PS Non è un placement del cavolo. 🙂

    1. ehipenny ha detto:

      Interessante! Funziona anche su telefono fisso?? 😅

      1. Fabio Agnelli ha detto:

        Sai che non lo so?! Io il fisso non ce l’ho! Altrimenti dovrei assumere uno da un call center per rispondere a quelli del call center. Sarebbe simpatico, ma non avrebbe molto senso.

      2. ehipenny ha detto:

        Hahaha! Beh se no imposti una bella suoneria e te la ascolti senza rispondere 😆

      3. Fabio Agnelli ha detto:

        Uhhhh!! Può essere una soluzione caruccia!

  4. mio marito mi chiede sempre perchè ho il telefono staccato…. ecco tu l’hai capito….buon sabato cara

    1. ehipenny ha detto:

      Ti capisco! 😀
      Felice weekend 😘

  5. Neda ha detto:

    Una volta avevo un Mirò, e sul display comparivano i numeri del chiamante. Ormai sapevo riconoscere tutti i numeri dei call center e alzavo la cornetta ribassandola subito.
    Ora il Mirò è defunto e il vecchio Sirio non ha un display. Alzo la cornetta, riconosco la chiamata. riabbasso subito. Se mi beccano, rispondo in tedesco, oppure dicendo “pronto” a raffica come se fossi sorda e chiudo.
    Funziona sempre.
    Tranne oggi: ieri ho avvertito la Tim che da noi internet va a singhiozzo.
    Oggi mi hanno richiamato:
    -Visto che avete problemi con internet, vi proponiamo di farvi un potenziamento GRATUITO se accettate di abbonarvi a Premium, per scaricare film, documentari, sport. Costa solo 10 euro al mese ma non ve li mettiamo in bolletta, li pagherete direttamente con il conto corrente ”

    O deficiente, se internet nella nostra zona funziona ancora con 2 mega di download e 35 Kb di upload, perché non solo non c’è la banda larga ma anche il vecchio ripetitore obsoleto va a carbonella e in certi punti della zona nemmeno il ripetitore dei telefonini funziona, come cavolo pensi che potrò scaricare un film?
    Quando ci sarà la banda larga ne riparleremo, intanto, mi tengo quello che ho e ogni tanto vi maledico.

    1. ehipenny ha detto:

      Hahahaha mi hai fatto ridere un sacco! Mia madre aveva ideato il “non sono la proprietaria, sono la governante”, poi è ritornata al “vada a quel paese” 😅

      1. Neda ha detto:

        Per fortuna non mi chiamano mai sul telefonino.

      2. ehipenny ha detto:

        Che culo 😅

      3. Neda ha detto:

        Mah, non so, anche nei messaggi trovo solo quelli della Tim e, ovviamente, li cestino tutti.

  6. kikkakonekka ha detto:

    Un saluto veloce per sapere come stai e come sta andando con gli esami. Certamente ne avrai scritto, ma io ero via e non mi sono collegato per giorni. Come va?
    Ciao Penny

    1. ehipenny ha detto:

      Procedono dai, sto preparando l’orale per il 6 poi finito tutto 😆
      Non vedo l’ora! Un sorrisone :))

      1. kikkakonekka ha detto:

        In bocca al lupo

      2. ehipenny ha detto:

        Crepi! :))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...