Quando t’hanno ferita

Procedevi con lo sguardo basso
Libera, tu
Che non sopporti catene
Pensavo fossi diversa
Lo ammetto
E solo nel cuore
Che per promessa era muto
Amavo la te più vera
Ma è stato uno spettacolo teatrale
Guardarti ferita
Andare avanti
E dire che no
Non te ne frega più niente
Ma i tuoi occhi tremavano
Tu che ti vergogni
Come me
Di stare male;
Mi stavi accanto
Aggraziata gazzella persa
Non dirmi ch’eri felice
Dopo aver perduto un frammento
Che ancora, calpestato,
Risuona come scheggia di vetro
Non dirmi che non capisco
Io ti ho vista
E nel verde dei tuoi occhi
Mille sassolini
Ed è nato un tornado
Ma tu non piangi quasi mai
Come me
Forse orgogliosa
Tu che vuoi mostrarti forte
Solo, un anno passato
La prima goccia
E ho sbagliato come tutti
Conchiglia trascinata sulla spiaggia
Non c’ero, come tutti
E ti ho vista rialzarti
Sulle tue stesse braccia;
Mi eri accanto quando
Senza scudi davanti
Ti han detto cattiverie
Ed io vigliacca sono stata zitta
“Rimarrai da sola”
“Sei solo una bambina”
“Non hai nessuno”
“Non hai una vita”
Ma l’immagine di te ferita
Ad ingoiare il tuo sangue
Non mi lascia in pace
Eri arrabbiata
Ma forse anche triste
Perché triste è vedere come
Un pezzo della propria vita voli via
Cagando come piccioni
Sulle nostre stesse spalle
Ed è inutile che neghi
Io ti ho guardata bene
Con il cuore
E tu non sei così
Tu alle persone ti affezioni
Tu sai voler bene
Sai amare
Sai capire
Solo questa volta forse
Ancora non capisci
Non capisci cosa stia accadendo
Come me
Che ti vedo triste l’ultimo giorno di scuola
E poi te ne vai
Nel silenzio
Nell’ombra
Senza nessuno che ti segua;
Posso dirti che la scelta l’ha fatta
Giusta per te
E la sognavo da quattro anni
Quando ti ho vista
E ho capito che solo tu
Saresti stata tanto speciale
Avrei voluto dirti qualcosa
O difenderti come cavaliere
O abbracciarti
Ma la tua immagine sbiadisce
Ora che non ti vedo più
E riesco solo a pensare
Alle parole che ti hanno detto
Colpi di frecce appuntite
E tu che a testa alta
Mostri la tua vita e la tua forza
C’ero io ad ammirarti
A capirti
Ad amarti
E a stare male per te
Ma ti incontro sulla stessa strada
Che anni fa ci univa
E per me era occasione
Di conoscerti, un privilegio
Ti incontro
E non so dirti che ciao
E chi lo sa se un giorno
Avrò il tuo stesso coraggio
Chissà se un giorno
Riuscirò a dirti tutto
Ma fino ad allora
Solo ti amo
E tutti gli abbracci che ho perso in me stessa

9 commenti Aggiungi il tuo

  1. piperimenta ha detto:

    C’ero io….a capirti. Ad ascoltare i tuoi silenzi,disperdersi verso l’orizzonte

    1. ehipenny ha detto:

      Allora non sono sola ❤

  2. piperimenta ha detto:

    siamo soli solo attraverso gli altri…di nostro riempiamo ogni ruga,ogni imperfezione con l’unicità delle emozioni a pelle

    1. ehipenny ha detto:

      Verissima e bellissima frase, forse accade perché temiamo il tempo che passa… 🙂

      1. piperimenta ha detto:

        scandisce troppo furtivamente il suo passaggio…

  3. Petra ha detto:

    Mi hai fatto venire i brividi…bellissimo.

    1. ehipenny ha detto:

      Grazie di cuore davvero! :))

  4. fulvialuna1 ha detto:

    Bellisima, dolcissima, evocativa.

    1. ehipenny ha detto:

      Grazie di cuore davvero! :))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...