I 7 peccati capitali… Tag

Da quanto tempo non partecipavo ad un Tag! Ed è giunta l’ora di recuperare, proprio ora che ho scoperto un nuovo mio traguardo, silenzioso e costante come una marcia. Più di seicento persone si sono iscritte al mio blog. Probabilmente i quattro quinti sono fantasmi senza nome che vagano nei meandri della rete. Ma gli altri ci sono, ci sono la mattina, il pomeriggio, la sera, ed anche per loro io mi impegno a scrivere, a raccontare e a raccontarmi come se vivessi un libro, e dovessi riempirne le pagine. Grazie a tutti!

Detto questo, sono stata nominata da Il mondo di Shioren , che non potrei non ringraziare personalmente, e che ha creato appositamente dal nulla questo Tag all’apparenza religioso e pio.

Le regole sono semplicissime:

– Nominare e taggare l’ideatore del tag

– Usare l’immagine del TAG

– Rispondere il più sinceramente possibile alle domande (potete anche mettere immagini)

– Taggare, nominare e  avvisare 15 amici blogger 
Non vedo l’ora di sentirmi pienamente peccatrice, quindi direi che possiamo cominciare con le domande.

#1 peccato: SUPERBIA
Vi siete mai sentiti superiori a qualcuno ed in quale occasione?

Si, lo ammetto, è successo, e probabilmente continua a succedere e succederà, perché sono consapevole della mia anima più nera che emerge in presenza di certe persone. È che forse non sopporto l’ostentata ignoranza, e chi cerca di giudicare le mie scelte con la pretesa di avere ragione, e allora mi chiudo a riccio, e racconto a me stessa di essere migliore. Non so nemmeno se sia vero, non voglio saperlo. É involontario, perché in certi momenti mi aggrappo a tutto ciò che ho di solamente mio, e mi rendo conto che gli altri possono parlare anche per giorni, ma se non conoscono quelle pagine di me, non mi conoscono davvero. Ecco, mi sento superiore in questi istanti, a volte minuti, quando porto con orgoglio le cose a cui tengo di più, valori e ideali compresi.


#2 peccato: AVARIZIA 
Siete mai stati attaccati o lo siete ancora al denaro o beni materiali?

Si, ho fatto anche questo. Sono legata alle fotografie, sono legata alla mia camera per come si presenta, carica di ricordi, di souvenir comprati in giro per l’Europa, sono terribilmente legata al mio cellulare, perché nel mio cellulare c’è una parte immensa della mia vita, gli scatti al tramonto, gli appunti estemporanei, i messaggi con gli amici. Sono legata al mio computer portatile, perché è stato il primo e il solo che i miei genitori mi hanno regalato, e mi sentirei drammaticamente in colpa se dovesse abbandonarmi adesso. Ho paura che certi beni materiali possano disperdersi, sì, perché rappresentano per me qualcosa di speciale, come quei braccialetti da pochi soldi che ogni mattina infilo come fosse un rito, ma ai soldi, a quelli no, non sono attaccata. Anche se con i soldi si possono realizzare tanti sogni, so che crescerò come una di quelle persone che risparmiano in attesa di investire per la cosa più grande di tutte. 


#3 peccato: LUSSURIA 
Siete mai stati attratti dal sesso al punto tale da dimenticare tutto?

Ancora no, è un argomento molto dibattuto che mi sento di non proseguire, perché forse c’è chi pensa che il sesso venga prima dell’amore, e chi ritiene che amore venga prima di ogni cosa. Io faccio parte della seconda categoria. 


#4 peccato: INVIDIA                                 Siete mai stati invidiosi di qualcuno?

Si, forse troppe volte. Quando i professori spingono verso la competizione, sono stata invidiosa dei voti. Quando per San Valentino c’è chi riceve una rosa, io sono invidiosa. Quando vedo due amiche per strada stringersi forte e ridere come pazze, sono gelosa, sì, nonostante anche la mia amicizia sia tanto grande e universale. Può sembrare quasi paradossale che io sia invidiosa delle persone a cui tengo di più. La mia migliore amica, le persone che stimo, i protagonisti di qualche film. Sono stata invidiosa quando dovevo discutere con i miei genitori per uscire da sola, mentre gli altri potevano prendere la porta quando volevano. Sono stata invidiosa quando mi sembrava che le ingiustizie capitassero solo a me, e guardavo chi era felice, poi guardavo me, sola, e non capivo. A volte invidio anche il coraggio, quello che spesso mi manca, perfino di ordinare al ristorante senza ridere come un’ebete, oppure la capacità di imporsi, e di costruire la propria vita senza fermarsi davanti ai problemi, mi rendo conto che forse a volte non ci riesco, e allora sono invidiosa. Ma non voglio il male degli altri, anche quando ne invidio la fortuna o il passato ormai trascorso, perché l’importante è riuscire a vedere prima di tutto sé stessi.


#5 peccato: GOLA 
Siete dei “peccatori” di gola?

Se mi parli di cioccolato, di dolci, di torte, di biscotti, di creme, oppure di ristoranti orientali, cinese, giapponese, indiano, o magari di una bella trattoria in collina, della mia tradizione bolognese, ecco, sì, sono golosa. Mangerei per ore senza smettere mai, mangerei fino a non poter più vedere una sola briciola di pane, fino a detestare tutti i cibi sopra elencati. È che non riesco a rinunciare come fosse niente ad un biscotto, un cioccolatino gustoso, sono come una coccola quotidiana, un pezzetto di cioccolata dopo pranzo, e ritorna il sorriso forte di inizio giornata e la voglia di lavorare. Poi se di cioccolatini ce ne sono due, tre, dieci, il mio senso del peccato non fa che aumentare.


#6 peccato: IRA 

Siete mai stati ossessionati dal desiderio di vendetta per un torto subito?

È successo che desiderassi la vendetta, contro chi mi aveva fatto stare male, ho giurato che avrei vinto, che avrei dimostrato loro che ero più forte io, ho promesso a me stessa che le avrei viste piangere, quelle persone, ma non l’ho mai fatto. Non sono così. Non mi sono mai vendicata di niente, anche quando mi sono sentita schiacciata dal peso dei torti e delle parole, mi sono rialzata da terra mostrando tutta la forza che avevo in corpo, ma non volevo niente. Volevo solo proseguire per la mia strada, con le persone amiche e qualche consiglio, ma non ho mai voluto davvero il male delle persone. Forse perché so che cosa vuole dire, o forse perché mi illudo che per comprendere basti fermarsi a pensare, ma davanti ad un torto ho sempre trovato la capacità di perdonare e andare avanti, magari con una cicatrice, magari con una ferita ancora aperta. Penso che la vendetta sia una reazione del momento, e sia normale. Insorge quando la rabbia ti porta a voler spaccare tutto, tirare pugni contro la parete e insulti al vento, inizi a riflettere, e ti senti quasi più forte e più potente, come se bastasse uscire per stabilire una giustizia nuova. Ma non lo fai. Un po’ perché la rabbia passa, un po’ perché ti rendi conto che non è giusto, non è così che si riparano i vasi rotti, non con un calcio al pavimento. Non mi sono mai vendicata di nessuno, ma se incontro per strada quelle antiche persone, un peso mi spinge a voltare la testa, o sostenere quello sguardo come se un fuoco vi ardesse dentro. 

#7 peccato: ACCIDIA 


Il male interiore, indifferenza, negligenza verso la vita e verso se stessi, quanti di voi si sono ritrovati a vivere una situazione del genere? (spero nessuno)

Io no, perché io nella vita ci credo, ci voglio credere. Non sono indifferente, perché la vita la costruiamo noi, con le nostre scelte, le nostre buone azioni e i nostri sbagli, e l’indifferenza distrugge la vita stessa, le speranze a cui possiamo aggrapparci, le possibilità che spesso ci vengono date. Io nella vita ci credo e quando posso indosso il mio miglior sorriso, il mio seppur piccolo coraggio e due braccia e due gambe con cui navigare nel mondo. Indifferenza verso me stessa, quella mai. Non potrei vivere la mia vita senza amarmi, apprezzarmi o criticarmi là dove potrei migliorare, perché passiamo con noi stessi ventiquattr’ore ogni giorno, siamo le persone più importanti della nostra vita, e moriremo insieme, corpo e anima, e allora come essere indifferenti a tutto questo?

Lascio a voi la libertà di partecipare, perché penso che ognuno sia peccatore a modo suo, almeno un poco, perché siamo tutti esseri umani, e come tali ci lasciamo travolgere dagli eventi o dalle emozioni. Non vi è mai capitato?

15 commenti Aggiungi il tuo

  1. GengisKhan ha detto:

    Le 7 Pennyne capitali… 😀

    1. ehipenny ha detto:

      Presenti tutte quante! 😆

  2. Molto carino questo tag…ci faccio un pensierino 🙂

    1. ehipenny ha detto:

      Te lo consiglio, mi sono divertita molto! 😉

  3. Fabio Agnelli ha detto:

    Uhhhh, fantastico. Mi ci metto. 🙂

    1. ehipenny ha detto:

      Grande! Passerò a leggere 😉

  4. shio76 ha detto:

    E’ bello come da un “gioco” riusciamo a tirar fuori parti di noi che magari voi per le argomentazioni dei tag, vuoi per remore e pudore normalmente non tireremo fuori. Sono felice che ti sia divertita a farlo e ti sia piaciuto.
    Grazie 🙂

    1. ehipenny ha detto:

      È vero, spesso nei Tag riesco a trattare argomenti che non mi sarebbero mai venuti in mente 😉 Grazie ancora per la nomina e per averlo letto!

      1. shio76 ha detto:

        Grazie a te 🙂

  5. kikkakonekka ha detto:

    Io i peccati li compio un po’ tutti, ma sempre in piccole dosi.

    1. ehipenny ha detto:

      E questo è normale e anche giusto :))

      1. kikkakonekka ha detto:

        Poi però bisognerebbe confessarsi.
        Uhm…….

      2. ehipenny ha detto:

        E questo non lo faccio mai 😅

  6. I have been discovering for a little bit for any top quality articles or blog posts on this sort of area
    . Searching in Search engines I finally came across
    this website. Reading this information made me happy that I’ve discovered
    precisely what I needed.

    1. ehipenny ha detto:

      Mi fa piacere, davvero! Torna pure quando vuoi, io ci sono 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...