Dedicato

Al personaggio con la scatola cranica pari ad un pacchetto di patatine, costituito per il novanta per cento di aria e dieci per cento di briciole, che si prende anche la briga di fermarsi alle strisce pedonali con due occhi grandi come Marte intenti a fissarmi il didietro a chilometri di distanza, per poi suonare il clacson  (e sottolineo che è disturbo della quiete pubblica) aspettando solo che io mi volti per sorridermi come un’ebete quasi fosse in riproduzione sulla mia faccia una puntata di zelig; e poi a quei tre ragazzini che se la ridono come se non avessero mai visto un uomo sessualmente disperato in cerca di culi giovani che non siano soltanto stampati nella pubblicità di Intimissimi, e camminano come i granchi per verificare l’oggetto di tanta emozione, quasi fossimo in presenza della Venere di Botticelli; a costoro auguro che la vita si faccia più interessante, perché di culi ne è pieno il mondo, ma ci sono culi che non si possono comprare, per tutto il resto il clacson

E sempre a costoro dedico l’articolo numero duemilaeuno. Ebbene sì, il mio duemilaunesimo articolo l’ho sprecato parlandovi di pervertiti al volante, con la bava alla bocca e un quoziente intellettivo inferiore a quello di una balena. E non mi sarei stupita se dopo essere faticosamente ripartito con la testa ancora voltata di novanta gradi, il sopracitato imbecille si fosse messo a cercare Pokemon sulla strada.

Ma intanto, siamo a duemilaeuno e non mi fermo. Nemmeno se suonate il clacson.

30 pensieri su “Dedicato

  1. Ahahahaha sei veramente buffa cara Penny! Prendila così, si vede che hai un bel lato B. Per il resto, se qualcuno ti nuoce chiamami 😉

    • I ragazzini da qualcuno imparano… dall’imbecille al volante per esempio 😉 dicevano “non ti curar di lor ma guarda e passa”, mi sa che è l’unica soluzione 😉

  2. Intanto complimenti per il traguardo dei 2001 post.
    Per quanto riguarda il vecchio bavoso ho un alibi: ieri ero a Padova. I miei colleghi possono testimoniare a mio favore.
    Ciao Penny.

  3. Il Club di Papillon ha deciso di costituirsi parte civile in difesa dell’automobilista. E io, che da tempo avevo in testa di dedicarci un post ai lati B… perché dietro c’è tutta una filosofia… fermi tutti: il primo che fa il sorrisino sulla parola “dietro” (uscita per caso) lo sbatto fuori!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.