Il meglio del 2015 Tag

image

Un enorme grazie a…. Marta Vitali! E dopo un Tag invernale, si prosegue cronologicamente verso la fine di questo Duemilaquindici che sta esaurendo gli ultimi granelli di sabbia della clessidra.

Le regole non possono mancare:
– Ringraziare chi vi ha nominato e chi ha inventato il tag (Iris & Periplo Blog)
– Utilizzare l’immagine qui sopra
– Trovare le 3 cose belle del vostro 2015 (un viaggio, un lavoro, un amore.. ma anche un bel libro, un’amicizia ecc.) e raccontarcele
– Taggare altri 5 blog e avvisarli

Dunque…
● In questo 2015 ho trascorso la mia prima vacanza all’estero lontana da casa e da famiglia, parenti, vicini di casa e compagnia. È stato bello, sì, ma più che altro speciale, diverso da tutto, è stata un’esperienza che mi ha permesso di crescere dentro e fuori. La ricorderò per ciò che ho visto, certo, Budapest, ma anche e soprattutto per ciò che ho vissuto. Ho imparato che non abbiamo tutti le stesse abitudini, gli stessi pensieri, ma ci sono volte in cui bisogna adattarsi, ed è proprio immergendosi in questi nuovi mondi che si ha la possibilità di migliorarsi.

● In questo 2015 ho potuto vedere le mie parole stampate su di un libro cartaceo, e magari, chi lo sa, lette da qualcuno. Ebbene sí, ho partecipato ad un concorso letterario di poesia, non ho vinto, ma mi hanno dato una medaglia lo stesso. Un po’ come quei premi di consolazione che ti lasciano l’amaro in bocca. Ma non ho nessun amaro, anzi, miele, zucchero puro. Perchè ho scritto una poesia, Carezze, e un poco è piaciuta. In fondo mi basta questo, mi basta anche solo aver trovato il coraggio di partecipare, e poi la voglia di crederci, di aspettare quella telefonata ma aver paura di rispondere, la voglia di salire sul palco a prendermi il mio premio di consolazione ma l’ansia di sbagliare qualcosa. È stato speciale, tutto quanto. E credo di aver imparato tanto, e soprattutto ho capito che non voglio smettete, non voglio arrendermi ad un premio di consolazione che tanto di consolazione non è.

● In questo 2015 ho visitato la città che ho sempre sognato, Londra. E ho capito che non è affatto come la immaginavo, così bella, così viva, no, non è così. È meglio, è mille volte meglio. È una città meravigliosa in cui tutto pare funzionare, in un equilibrio perfetto. È una di quelle città che se non le vivi non le puoi davvero conoscere. E mi è stata data la possibilità di viverla, Londra, e conoscerla nel migliore dei modi, per pochi intensi giorni in compagnia di chi mi vuole bene ma non vedo quasi mai. Ecco, questo lo porterò sempre con me, perché la prima volta, le emozioni della prima volta, quando scendi dalla metro e ti ritrovi davanti ad una realtà così abbagliante, ecco, quelle emozioni non si ripeteranno mai più uguali.

A tutti una nomina per ricordare questo 2015 che se ne va giorno dopo giorno!

7 pensieri su “Il meglio del 2015 Tag

  1. scusa l’intromissione penny….ma ci assomigliamo tantissimo!!! oddio la puntualità…ti giuro metterei la legge sull’arrivare all’ora stabilita! 😂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.