Un libro in citazioni – Ma le stelle quante sono

Risultati immagini per ma le stelle quante sono

LEI

“Io do retta a tutta me stessa. E ogni volta che devo decidere qualcosa, c’è in me una riunione di condomunio: cuore, testa, corpo e anima si vedono e si consultano”

Ma l’amministratore del condominio ogni volta sembra schierarsi ora qui, ora lì, ed io non so mai quale sia l’opinione prevalente, anzi, ho sempre paura che possa scoppiare una rissa.

“Rischiatela! Possibile che non salti se non hai il materasso sotto?”, “E se poi cado sul marmo?”, “Se cadi sul marmo ti farai un po’ male e amen”

In fondo, gli errori ci fanno crescere, ci caricano di quell’esperienza che durante le famose riunioni di condominio dentro di noi fungono da amministratori.

“Penso e non agisco: è la pratica il mio problema”

Anche il mio. Ma per agire penso: o adesso o mai più. E rimanere sospesa tra l’oggi e il non domani è troppo difficile per poter durare a lungo.

“Perchè è istintivo pensare che se corri avanti ti sarà più facile non voltarti indietro. Perchè pensi che più vai lontano e più vedrai piccolo e distante quello che ti sei lasciata alle spalle. Ma le regole della prospettiva non sono valide in amore”

Vero. In amore… In amore più vai lontano e più il tuo cuore inizia a fare casino durante le riunioni condominiali, e si impunta, rivuole ciò da cui stai scappando, e ci stai male, molto. Sempre.

“E non mi accorgo che, a volte, il destino ti vuole mettere in guardia”

Il destino sussurra, solo chi é attento riesce a sentirlo chiaramente.

“Se la vita non ti sorride, falle il solletico”

Perchè ci vuole coraggio, ed essere in confidenza con questa vita, perché non vogliamo vederla triste, vogliamo vederla serena, viva.

“E penso che sarebbe bello se la vita fosse come le crêpe, che puoi farcire come ti pare”

Penso che a volte ci sfugga il concetto di vita nostra. Perchè siamo noi che decidiamo come farcire le crêpe e siamo sempre noi a decidere che vogliamo le crêpe e siamo ancora noi a farcire la nostra vita.

“E a volte basta un’idea, una qualunque, per farti sentire che non stai camminando a vuoto, stai andando da qualche parte”

E quest’idea nasce dalle nostre riunioni condominiali dentro di noi, perché solo lì si ragiona di tutto, senza distinzioni.

“Tutto quello che ti da coraggio è poesia, tutto quello che ti prende per mano e ti spiega il mondo, che ti fa sentire meno solo, che ti aiuta a capire e a capirti”

La poesia è vita nella vita.

“Sai qual è la verità? Che la gente combatte solo per sè… Eppure le guerre migliori sono quelle che si combattono per gli altri, perché c’è la forza di un ideale puro, e non di un interesse”

E non è facile, lo ammetto, mettersi in gioco per un’altra persona, ma se ci tieni veramente, buttati, buttati e fai tutto quello che puoi, perchè quando questa persona verrà da te a ringraziarti, saranno le emozioni migliori di tutte.

“I corpi non sono fatti per stare da soli, l’amore è un gioco a incastro. Devi trovare il pezzo giusto, devi inciampare e continuare a cercare, come il mare, che abbraccia la sua spiaggia, perchè senza di lei, non ci sarebbe nemmeno lui”

L’uomo ha una sua anima gemella, e tanti falsi d’autore. L’uomo deve riconoscere l’originale.

“Perchè vivere è come scalare le montagne: non devi guardarti alle spalle, altrimenti rischi le vertigini”

Devi guardare avanti, al futuro, perchè il passato non si può più cambiare.

LUI

“Inventa quello che non c’è. Perchè quello che c’è è di tutti. Ma se riesci a trovare quello che non c’è, be’, allora hai qualcosa di solo tuo”

E se hai qualcosa di solo tuo, vuol dire che hai in mano la tua vita.

“Non sto piangendo, sto sudando, mi sudano gli occhi. E un uomo ha tutto il diritto di sudare!”

E un uomo ha il diritto di ammettere di piangere. E un uomo ha il diritto di essere consolato. E un uomo ha il diritto di rialzarsi e sorridere.

“Se ti bruci col fuoco ti resta la paura di scottarti”

Si chiama ricordo.

“La vita mica la puoi spendere così, per un pensiero. È un pessimo investimento, no?”

Il peggiore investimento di tutti, però, si chiama rinuncia. Rinuncia alla vita.

“Perché diventare uomini non significa aver fatto sesso; significa avere il coraggio di affrontare le proprie paure e di combattere per chi si ama”

Non ho altro da aggiungere. È vero. Punto.

12 commenti Aggiungi il tuo

    1. ehipenny ha detto:

      Grazie mille! 🙂

      1. un dialogo ehiplatonico… ti stai evolvendo ahahahah 😛

      2. ehipenny ha detto:

        Hahahahah non ci avevo pensato, si, direi che mi sto proprio evolvendo 😉 tra un po’ li pubblico, i miei dialoghi 😉

  1. alveck ha detto:

    Passava un giorno, in un paese, un cuore. Uno di quelli comuni, senza particolari caratteristiche… era un cuore sano, grande il giusto, nulla di più e nulla di meno. Vide una casa, con una porta aperta. Si sa che i cuori sono molto intuitivi, si affacciò dentro e pensò che quella casa gli piaceva davvero. Entrò e vide una ragazza e anche lei gli piaceva. :”Ehi!” le disse. E lei sgranò gli occhi… un cuore già l’aveva, non le pareva il caso di cambiarlo. Ma il cuore viaggiatore la rassicurò :”Non c’è bisogno che tu cambi quello che hai, mi metterò di fianco, il tuo è d’accordo, vedrai che staremo bene insieme!” Così fecero, i due cuori si fusero in uno che diventò grande, capace di contenere tanti bei sentimenti. Ogni tanto la ragazza si chiedeva :”Ehi, Penny, ma come si sente ad avere un cuore così?” E si rispondeva :”Bene, ci si sente bene.”

    1. alveck ha detto:

      PS Scusami Penny… ma mi è scappato un raccontino… spero ti piaccia, altrimenti puoi cancellarlo senza problemi.

      1. ehipenny ha detto:

        Cancellarlo? E come potrei cancellarlo? Davvero, che ti posso dire… È bellissimo… e forse uno dei tuoi tanti complimenti meglio riusciti 😉 grazie davvero… con il tuo permesso, penso che lo utilizzerò in un mio articolo, perchè mi piace davvero 🙂

      2. alveck ha detto:

        Non fare complimenti! E tuo, ovviamente. Sono contento che ti sia piaciuto.

      3. ehipenny ha detto:

        Pubblicato! Con una mia aggiunta, se ti andasse di leggerlo sai dove trovarlo 😉
        Grazie ancora 🙂

      4. alveck ha detto:

        Letto. Con il racconto… non ho sbagliato. Hai un bellissimo cuore e una bellissima anima.

      5. ehipenny ha detto:

        Anche tu, credimi… anche tu 🙂

      6. alveck ha detto:

        🙂 Grazie Penny. Buona serata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.