Speciale 15esimo post

Speciale 15esimo post
Fino ad ora ho sempre cercato di trattare argomenti importanti per me, e forse anche per qualcun altro, non so se qualcuno abbia letto o capito le mie parole, a volte mi chiedo anche cosa penso di fare scrivendo qua sopra. Non cambierò il mondo, né penso che ci riuscirei. Il senso di quello che faccio… Beh, diciamo che lo faccio per me stessa. Mi piace scrivere di tutto, cosi, apparentemente a casaccio, e rileggere di volta in volta i miei vecchi testi, rivedermi tempo prima, riascoltare i miei pensieri, rivedere quella che ero, anche pochi giorni prima. Perchè si cambia, noi magari non ce ne accorgiamo, ma si cambia sempre. Il senso di quello che faccio alla fine non c’è, o almeno, non m’importa. Che qualcuno legga almeno una riga o che il tutto passi inosservato mi è abbastanza indifferente. Non voglio prendere in giro nessuno, ammetto che un poco mi piacerebbe avere uno o due lettori affezionati, ma non è uno scopo nè un sogno. Non scrivo per avere seguaci su un sito internet, o diventare una blogger famosa. Scrivo per… Diciamo che l’ho giá detto e ripetuto troppe volte. Spesso scrivo di argomenti comuni, di quelli che ormai ci escono dalle orecchie, quelli che sono stati trattati e affrontati in tutte le salse, e ogni volta mi chiedo dove stia la mia originalità. Sono una persona qualunque che scrive di argomenti qualunque con uno stile qualunque. Che possibilitá avrei, IO, di diventare qualcosa in piú di una semplice persona qualunque? Ma gli argomenti che tratto, quegli stessi argomenti che mi fanno così dubitare, alla fine sono la mia forza, la mia sicurezza. Seguo l’attualitá perchè mi interessa, ma non parlo dell’attualità dei telegiornali, quella degli omicidi e delle truffe, degli attentati e degli abusi sessuali, parlo dell’attualitá di tutti i giorni, quella che mi trovo sotto gli occhi ogni mattina al mio risveglio e ogni sera prima di dormire, l’attualità nel vero senso della parola, la piú attuale, la piú quotidiana. Parlo dell’attualitá che vive attorno a me, dei giovani e degli adulti, delle generazioni così diverse e così nello stesso tempo integrate. Vedo i problemi che dividono questa società, ma non sono nessuno per combatterli da sola. A volte vorrei trovarmi a parlare di un’attualità diversa, senza tutti i soliti ostacoli e le solite avversità. Vorrei vedere i giovani fiduciosi per il loro futuro, vorrei vedere i ragazzi tutti amici, nessuno escluso, vorrei vedere i mariti accanto alle mogli e famiglie indistruttibili, vorrei vedere gli evasori, gli assassini, i mafiosi, tutti in gattabuia, vorrei che il nostro paese ripartisse e che l’economia tornasse a carburare, vorrei che i social network non fossero uno strumento per emarginare ma per affiatare, vorrei che nel mondo non esistesse la guerra, frase già sentita e risentita, vorrei che non esistesse uomo tanto incosciente da mettersi al volante da ubriaco, vorrei che ci fossero persone con del coraggio, persone che gridino al mondo quello che davvero vogliono, persone determinate a cambiare la societá in cui viviamo, determinate a migliorare il migliorabile. Sono sogni difficili da realizzare, ma non si puó mai dire che siano impossibili. Martin Luther King disse “I have a dream”, “Io ho un sogno”, e lui, quel sogno, l’ha realizzato. Gandhi lottó per i propri ideali e vinse. Nelson Mandela combattè il razzismo, ricevendo nobel per la pace e un affetto indescrivibile da ogni parte del mondo. E se tutte queste persone non avessero avuto il coraggio di distinguersi, di fare la differenza, se avessero detto “Ci penserá qualcun altro”, adesso come ci ritroveremmo? Non è mai facile dire la propria quando si è in disaccordo con gli altri, ma se ci si riesce, almeno un pezzetto di quella differenza è fatta. Non servono grandi gesta, basta poco, poche parole, perchè parola dopo parola di formano testi, pagine, libri. E pezzetto dopo pezzetto, sforzo dopo sforzo, si fa la differenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.